Gianfilippo Pedote

produttore cinematografico italiano

Gianfilippo Pedote (Milano, 23 novembre 1952) è un produttore cinematografico italiano.

BiografiaModifica

Gianfilippo Pedote è nato a Milano, il 23 novembre 1952 ed è produttore per il cinema e la televisione. Ha prodotto film lungometraggi come Fame Chimica di Paolo Vari e Antonio Bocola; Tutto parla di te di Alina Marazzi (per il quale nel 2012 riceve il Premio Taodue per il miglior produttore alla Festa del Cinema di Roma[1]), Il Mnemonista, di Paolo Rosa; Tartarughe dal becco d'ascia di Antonio Syxty; diversi documentari tra cui La situazione di Alessandro Piva, Un'ora sola ti vorrei e Vogliamo anche le rose di Alina Marazzi, Noi Non siamo come James Bond di Mario Balsamo; cortometraggi come Anima Mundi e Evidence, di Godfrey Reggio con musiche di Philip Glass; Il Pratone Casilino di Giuseppe Bertolucci; Pompeo di A. Bocola e P. Vari. È stato regista di alcuni documentari di argomento sociale e per diversi programmi della Rai. È stato direttore associato di Fabrica di Benetton (1994/95, direttore Godfrey Reggio) e, nel 1980, cofondatore del festival Filmmaker, con Silvano Cavatorta. Da diversi anni svolge regolarmente attività didattica presso l'Università Cattolica di Milano e l'Accademia di Belle Arti di Brera. Ha lavorato per 5 anni a Radio Popolare dove è stato responsabile dei programmi. Nel 2005 ha fondato la società di produzione Mir Cinematografica che ha lasciato nel dicembre 2016.

Attualmente è socio della casa di produzione cinematografica Blue Joint Film e di CDV - Casa delle Visioni, con cui ha prodotto il documentario Selfie di Agostino Ferrente, presentato al Berlin Film Festival nel 2019, nominato agli European Film Awards e vincitore del Premio David di Donatello come Miglior Documentario.

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ Nuovo Cinema Italia, su RAI Ufficio Stampa. URL consultato il 15 maggio 2020.

Collegamenti esterniModifica