Gianfrancesco Boccardo

Gianfrancesco Boccardo (Castel Goffredo [1], Salò[2], 1445 circa – Brescia, 1505 circa[3]) è stato un poeta e umanista italiano.

BiografiaModifica

Noto come Pilade bresciano[4] o Pilade Boccardi[1] fu particolarmente versato per la lingua latina e greca e compose alcuni epigrammi sullo stile di Orazio e Marziale. Fu insegnante di lettere a Salò e forse a Brescia[5]. Fu suo allievo il letterato Paolo Corsini.

Morì all'età di 60 anni colpito da un fulmine.

OpereModifica

  • Grammaticarum Institutionum Regulae, et Scholasticum de ipsis Carmen, Brescia, ante 1498;
  • Pyladae in Alexandrum de Villadei adnotationes, Brescia, 1500[2];
  • Macrobius Opera, Taberii ac Pyladae cura magnoque labore edit, Brescia, 1501;
  • Vocabularium Pyladæ, Venezia, 1508[6];

NoteModifica

  1. ^ a b Gozzi (2001), p. 117.
  2. ^ a b Boccardo Gianfrancesco, su enciclopediabresciana.it. URL consultato il 26 maggio 2019.
  3. ^ Per Carlo Gozzi (Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie, vol. 1, p. 117) morì a Salò.
  4. ^ Dizionarietto degli uomini illustri della riviera di Salò, su books.google.it. URL consultato il 26 maggio 2019.
  5. ^ Memorie storico-critiche sulla tipografia bresciana, su books.google.it. URL consultato il 26 maggio 2019.
  6. ^ Vocabularium Pyladæ, su books.google.it. URL consultato il 26 maggio 2019.

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Brunati, Dizionarietto degli uomini illustri della riviera di Salò, Milano, 1837, ISBN non esistente.
  • Germano Jacopo Gussago, Memorie storico-critiche sulla tipografia bresciana, Brescia, 1811, ISBN non esistente.
  • Girolamo Tiraboschi, Storia della letteratura italiana, Modena, 1791, ISBN non esistente.
  • Carlo Gozzi, Raccolta di documenti per la storia patria od Effemeridi storiche patrie, vol. 1, Mantova, Editoriale Sometti, 2001, SBN IT\ICCU\LO1\0622379.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN24586573 · CERL cnp01360752 · WorldCat Identities (ENlccn-n92076985