Giovan Battista Bolognini

pittore e incisore italiano

Giovan Battista Bolognini (Bologna, 28 agosto 1612Bologna, 2 novembre 1688) è stato un pittore e incisore italiano.

BiografiaModifica

Fu allievo di Guido Reni, di cui tradusse numerosi quadri in incisioni all'acquaforte.

Fu in rapporto con i duchi di Mantova e Guastalla e con l'inquisitore di Bologna: nelle chiese di Bologna si conservano numerosi suoi dipinti come Sant'Ubaldo e San Bernardo da Mantova (in San Giovanni in Monte), Crocifissione e santi (in Santa Maria dei Servi), la Vergine e i santi Carlo e Ambrogio (in San Carlo), San Paolo davanti a Cesare (in San Paolo); Prometeo incatenato[1] (palazzo Angelelli). Statua del Torrente Crostolo, parco della Villa Ducale di Rivalta.[2]

Si discostò presto dal rigoroso classicismo carraccesco e si avvicinò ai modi di Simone Cantarini. Dalla sua tarda produzione si evincono i suoi legami con Antoon van Dyck e la cultura barocca. Tra le sue opere tarde, un Baccanale conservato al museo Davia Bargellini.

Fu direttore dell'Accademia degli Ottenebrati. Fu zio e maestro del pittore Giacomo Bolognini.

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata, su cantierebobo.it. URL consultato il 16 febbraio 2016 (archiviato dall'url originale il 7 febbraio 2016).
  2. ^ http://turismo.comune.re.it/it/reggio-emilia/scopri-il-territorio/arte-e-cultura/fontane-ponti-canali/statua-del-crostolo

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN51962477 · ISNI (EN0000 0000 6634 8086 · Europeana agent/base/96417 · GND (DE1016199635 · BNF (FRcb14970057p (data) · ULAN (EN500046968 · BAV (EN495/306330 · CERL cnp01412870 · WorldCat Identities (ENviaf-51962477