Apri il menu principale

Giovanni Domenico Anguillesi (Vicopisano, 28 aprile 1766Pisa, 5 aprile 1833) è stato un letterato italiano.

Indice

BiografiaModifica

Cancelliere dell'università di Pisa (1824-1833), fu autore delle raccolte Poesie (1818) e Poesie sacre (1833) e del volume Notizie storiche dei palazzi e ville appartenenti all'J. e R. corona di Toscana (1815).

Alla morte di Maria Luisa Cicci ne curò la biografia per la sua raccolta di poesie postume,[1] inoltre le dedicò alcune poesie, tra cui un sonetto incluso nella raccolta di poesie redatte al fine di onorare la sua memoria[2] e i sonetti L'amore a sentimento e Alla cetra di Erminia Tindaride inclusi nella sua personale raccoltaPoesie (1807).[3] Probabilmente era stato innamorato di lei.[4]

NoteModifica

  1. ^ Maria Luisa Cicci, Poesie di Maria Luisa Cicci tra gli Arcadi Erminia Tindaride, Introduzione biografica Elogio storico di Giovanni Domenico Anguillesi, Parma, Co' tipi bodoniani, 1796, pp. 1-31.
  2. ^ Autori vari, Poesie in morte della nobile signora Maria Luisa Cicci pisana detta in Arcadia Erminia Tindaride, Pisa, Ranieri Prosperi, 1794, pp. 22.
  3. ^ Giovanni Domenico Anguillesi, Poesie, Pisa, Dalla Nuova Tipografia, 1807, pp. 1-31.
  4. ^ Sincronie: rivista semestrale di letterature, teatro e sistemi di pensiero, Volume 7, Edizioni 13-14, Vecchiarelli, 2003, pp. 105.

BibliografiaModifica

  • Monica Cristina Storini, Anguillesi, Giovanni Domenico, in Letteratura Italiana, volume XVIII, Dizionario degli autori A-C, La Biblioteca di Repubblica-L'Espresso, 2007.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN37254150 · ISNI (EN0000 0000 6132 0316 · GND (DE1044951788 · CERL cnp02092825 · WorldCat Identities (EN37254150