Apri il menu principale
San Giovanni il Chiomato
Giovanniilchiomato.jpg
San Giovanni il Chiomato
 

Monaco

 
Venerato daChiesa ortodossa russa
Ricorrenza3 settembre

Giovanni il Chiomato (anche conosciuto come il misericordioso) (... – 3 settembre 1580) fu uno "Stolto in Cristo"[1] di Rostov.

BiografiaModifica

La sua vita, come fu quella di tutti coloro che in Russia si sentirono chiamati a tale ascetismo religioso, fu costellata da privazioni e dolore. Vivendo nelle strade della carità delle persone e non avendo un luogo dove ripararsi di notte, riposava a volte nella casa del suo padre spirituale, un prete della chiesa di "Tutti i Santi" di Rostov, a volte nella casa di qualche anziana vedova.

Vivendo in umiltà, penitenza e incessante preghiera, non temendo di redarguire ad alta voce ogni uomo, dal più povero al più potente ogni qual volta questi si allontanava dai precetti evangelici, fu la guida spirituale di molte persone, tra cui sant'Irenarco, Eremita di Rostov (commemorato il 13 gennaio). Dopo una lunga vita sacrificata al più duro ascetismo, morì il 3 settembre 1580 e fu sepolto, secondo le sue ultime volontà, sotto l'altare della chiesa di San Blaise.

Cronache del tempo ci riferiscono che "i suoi capelli crescevano abbondantemente sopra la sua testa" e per questa caratteristica fu soprannominato "chiomato". Il titolo di "Misericordioso" gli fu invece apposto a causa delle molte guarigioni che occorsero sopra il suo sepolcro, e anche in connessione con la memoria del patriarca di Alessandria d'Egitto Giovanni il Misericordioso (commemorato il 12 novembre), con il quale divide il nome.

È venerato dalla Chiesa ortodossa russa, che lo ricorda il 3 settembre.

NoteModifica

  1. ^ termine utilizzato per indicare coloro che, simulando la pazzia, vivendo della carità e disprezzando il proprio corpo erano convinti di partecipare più attivamente alla passione di Gesù