Girolamo de' Cori

vescovo cattolico italiano (1597-1672)
Girolamo de' Cori
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1597 a Catabbio
Nominato vescovo6 marzo 1656 da papa Alessandro VII
Consacrato vescovo12 marzo 1656 dal cardinale Giulio Cesare Sacchetti
Deceduto28 giugno 1672 a Catabbio
 

Girolamo de' Cori (Catabbio, 1597Catabbio, 28 giugno 1672) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato intorno al 1597 a Catabbio, presso Semproniano in Maremma, fu canonico della collegiata di Santa Maria di Provenzano a Siena e poi vicario generale della diocesi di Imola durante l'episcopato di Fabio Chigi, futuro papa Alessandro VII.[1]

Il 6 marzo 1656 venne nominato vescovo di Nardò dallo stesso pontefice, e consacrato il 12 marzo seguente dal cardinale Giulio Cesare Sacchetti. Durante il suo periodo, compì la visita pastorale dall'ottobre 1657 al 1663, e fece abbellire la cattedrale di Santa Maria Assunta.[1]

Il 17 giugno 1669 venne trasferito alla diocesi di Sovana, dove curò alcuni restauri della cattedrale.[1]

Morì il 28 giugno 1672 presso la sua villa di Catabbio, e fu sepolto nel duomo di Sovana.[1]

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

NoteModifica

  1. ^ a b c d Girolamo de' Cori 1597-1672, su beweb.chiesacattolica.it. URL consultato il 14 febbraio 2021.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0000 0052 8674 · CERL cnp01348849 · BNF (FRcb12524997c (data)