Apri il menu principale

Giusto Le Court

scultore belga

Giusto Le Court, italianizzazione parziale di Juste le Court o Josse de Corte (Ypres, 1627Venezia, 1679), è stato uno scultore fiammingo.

Sono attribuiti a lui la statua di Antonio Barbaro della facciata della Chiesa di Santa Maria del Giglio, ed i telamoni della Chiesa dell'Ospedaletto e la statua del San Gerardo Sagredo nella Cappella Sagredo in San Francesco della Vigna a Venezia[1]. Altre opere significative sono i monumenti funebri a Caterino Corner, nella basilica del Santo a Padova e a Leonida Bissari nella Basilica di Monte Berico a Vicenza.

Uno dei suoi migliori allievi fu Enrico Merengo (Heinrich Meyring).

I talamoni della Chiesa dell'Ospedaletto a VeneziaModifica

NoteModifica

  1. ^ Emanuela Zucchetta (a cura di), La cappella Sagredo nella chiesa di San Francesco della vigna. Storia arte e restauro. Padova, Il Prato, 2003, ISBN 8887243697

BibliografiaModifica

  • AA.VV., La Nuova enciclopedia dell'arte Garzanti, Garzanti Editore 1986, 459.
  • S. Guerriero, "Di tua Virtù che infonde spirto a sassi". Per la prima attività veneziana di Giusto Le Court, Arte Veneta, 55, Venezia 2001, 61, 70, n. 82.
  • S. Guerriero, Le alterne fortune dei marmi: busti, teste di carattere e altre "scolture moderne" nelle collezioni veneziane fra Sei e Settecento, in G. Pavanello (a cura di), La scultura veneta del Seicento e del Settecentoo. Nuovi studi, Venezia 2002, 88-90,
  • P. Rossi,La decorazione scultorea dell'altare di Sant'Antonio ai Frari: per un profilo di Bernardo Falconi, Arte Veneta, 60, Venezia 2003/2005, 42-71.
  • S. Guerriero, Il collezionismo di sculture moderne, in L. Borean, S. Mason (a cura di), Il collezionismo d'arte a Venezia. Il Seicento, Venezia 2007, 44, 46, 49, 51, 52, 55.
  • L. Facchin, Bernardo Falconi (notizie dal 1651 al 1696), in G. Mollisi (a cura di), Svizzeri a Venezia nella storia nell'arte nella cultura nell'economia dalla metà del Quattrocento ad oggi, Arte&Storia, a. 8, n. 40, Editrice Ticino Management S.A., Lugano, settembre-ottobre 2008, 206-215.
  • Monica De Vincenti, Bozzetti e modelli del “Bernini Adriatico” Giusto Le Court e del suo “miglior allievo” Enrico Merengo. In Arte Veneta 62,rivista di storia dell'arte AA.VV. Electa, Milano 2006. ISBN 88 370 47266

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN96331839 · ISNI (EN0000 0001 1690 714X · LCCN (ENno2016122075 · GND (DE132690926 · ULAN (EN500089434 · CERL cnp01096038 · WorldCat Identities (ENno2016-122075