Apri il menu principale

Gl'italici e Gl'indiani

Gl'italici e Gl'indiani
Lingua originaleitaliano
Generedramma in musica
MusicaMichele Carafa
LibrettoAndrea Leone Tottola
Attiuno
Prima rappr.4 ottobre 1825
TeatroNapoli, Teatro San Carlo
Personaggi
  • Archeo, capitano della spedizione (basso)
  • Timante, suo figlio (tenore)
  • Gandarte, sovrano dell'isola (basso)
  • Corasmino, suo figlio (tenore)
  • Arsinoe, sposa di Corasmino (soprano)
  • Guerrieri e marinai
  • Popolo indiano dell'uno e dell'altro sesso

Gl'italici e Gl'indiani è un dramma in musica in un atto di Michele Carafa, su libretto di Andrea Leone Tottola.

GenesiModifica

La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro San Carlo di Napoli il 4 ottobre 1825, in onore dell'onomastico di Francesco I.[1] Nel cast della prima comparvero Adelaide Tosi, Giovanni David e Luigi Lablache.

Il libretto venne stampato nello stesso anno dalla Tipografia Flautina di Napoli.

TramaModifica

Circa nel VI secolo a.C., una spedizione proveniente dalla Magna Grecia, guidata da Archeo, viene catturata da alcuni indiani impiantatosi su un'isola; nella disgrazia, tuttavia, Timante, il figlio di Archeo caduto prigioniero, si consola innamorandosi di Arsinoe, già destinata sposa tuttavia di Corasmino, il focoso figlio del re locale Gandarte. Frattanto, gli italici e gli indiani, viste le grandi perdite da ambo le parti, decidono di liberare i prigionieri e di stabilire una federazione, federazione che rischia di essere rovesciata quando scoppia una terribile rivalità fra Timante e Corasmino per la mano di Arsinoe; tuttavia, alla fine, nell'interesse dell'alleanza, Timante rinuncia ai suoi propositi, e lui stesso unisce i due sposi.

Struttura musicaleModifica

  • Sinfonia

Atto unicoModifica

  • N. 1 - Introduzione O comun padre ed arbitro (Coro, Archeo, Arsinoe, Corasmino, Gandarte)
  • N. 2 - Aria di Corasmino Non temer; d'un basso affetto
  • N. 3 - Coro e Cavatina di Timante Ti calma, Signore - Cari oggetti, a voi vicino (Timante, Coro, Arsinoe)
  • N. 4 - Duetto fra Timante ed Arsinoe Se lieto al partir mio
  • N. 5 - Quintetto Ah quale in petto crudel tempesta! (Arsinoe, Timante, Gandarte, Corasmino, Archeo, Coro)
  • N. 6 - Duetto fra Corasmino ed Arsinoe Deh parla... che brami?
  • N. 7 - Duetto fra Archeo e Timante All'onor del patrio suolo
  • N. 8 - Coro ed Aria Finale di Arsinoe Come del Sole il vivido - Se mai da te dividere (Arsinoe, Archeo, Timante, Corasmino, Gandarte, Coro)

NoteModifica

  1. ^ Michele Carafa, Gl' Italici e Gl'Indiani: Dramma in un atto, Flautina, 1825. URL consultato l'8 marzo 2019.