Governo limitato

Nella filosofia politica il governo limitato è un governo limitato nel potere. Questo tipo di governo venne promosso storicamente dal liberalismo classico.[1]

Costituzioni liberaliModifica

Il governo limitato è strettamente associato con le costituzioni liberali; la Costituzione degli Stati Uniti del 1789 e la Costituzione francese del 1793 furono entrambe emanate nel tentativo di riaffermare il governo limitato, sebbene in modi diversi.[2] La Costituzione degli Stati Uniti ha ottenuto un governo limitato attraverso una separazione dei poteri: separazione "orizzontale" dei poteri col potere distribuito tra i rami del governo (il potere legislativo, l'esecutivo e il potere giudiziario, ciascuno dei quali fornisce un controllo sui poteri dell'altro); separazione "verticale" dei poteri (federalismo) con il potere diviso tra il governo federale e il governo statale)[2].

James Madison, uno degli autori de Il Federalista, ha osservato che gli autori della Costituzione americana hanno cercato di creare un governo che fosse in grado sia di essere controllato che di esercitare il controllo. Madison scrisse nel Federalist n. 51 che "la grande sicurezza contro una graduale concentrazione dei diversi poteri nello stesso dipartimento, consiste nel dare a coloro che amministrano ciascun dipartimento, i mezzi costituzionali necessari e motivi personali, per resistere alle usurpazioni degli altri ."[3]

La Costituzione francese del 1793, d'altra parte, sanciva la supremazia legislativa e si basava sull'idea (influenzata da Rousseau) che il governo limitato fosse meglio raggiunto attraverso un "autogoverno democratico razionale che cercasse di dare espressione alla volontà generale ... come l'antidoto ottimale alla regola arbitraria della monarchia assoluta."[2]

NoteModifica

  1. ^ (EN) Judith N. Shklar e Bernard Yack, Liberalism Without Illusions: Essays on Liberal Theory and the Political Vision of Judith N. Shklar, University of Chicago Press, 1996-03, pp. 64-65, ISBN 978-0-226-94470-8. URL consultato il 17 ottobre 2021.
  2. ^ a b c Michel Rosenfeld, "Modern Constitutionalism as Interplay Between Identity and Diversity" in Constitutionalism, Identity, Difference, and Legitimacy: Theoretical Perspectives (ed. Michel Rosenfeld: Duke University Press, 1994) pp. 11-12..
  3. ^ John Samples, "Introduction" in James Madison and the Future of Limited Government (Cato Institute, 2002), p. 1..