Apri il menu principale

Gracco (latino: Gracchus; floruit 397 – 415) fu un politico romano.

Ricoprì l'incarico di consularis Campaniae (governatore della Campania) nel 397.[1] Nel 415 fu praefectus urbi di Roma.[2]

Forse identificabile con Arrio Mecio Gracco, fu probabilmente un discendente di Gracco praefectus urbi nel 376–7 e di Furio Mecio Gracco.

NoteModifica

  1. ^ Codice teodosiano, xiv, 7.1a, datata 24 maggio.
  2. ^ Codice teodosiano, viii, 7.20a, datata 25 luglio.

BibliografiaModifica

  • «Gracchus», PLRE II, p. 518.