Grigorij Soroka

pittore russo
(Reindirizzamento da Grigoriy Soroka)

Grigorij Vasil'evič Soroka (in cirillico: Григорий Васильевич Сорока; oblast' di Tver', 27 novembre[1] 1823Vyšnij Voločëk, 22 aprile 1864) è stato un pittore russo.

Autoritratto di Grigorij Soroka, 1840-1850, Museo russo (San Pietroburgo)

BiografiaModifica

Nato in condizione di servo della gleba, Grigorij Soroka fin da bambino mostrò chiara disposizione per il disegno e Vasilij Matveevič Vladimirov, cui fu mostrato un album con disegni di contadini, gli insegnò a leggere e a scrivere. L'album si trova oggi al Museo russo, a San Pietroburgo. Fu inviato, come allievo, dal 1842 al 1847, presso il pittore Aleksej Gavrilovič Venecianov che aveva aperto una scuola privata. Grigorij Soroka possedeva un raro intuito nel catturare la personalità della persona da ritrarre. Dal suo maestro assorbì la capacità di equilibrare la scena da riprodurre e di distribuire con chiarezza la luce. Nelle vedute d'interni rendeva con esattezza i particolari, entro una nitida e sicura prospettiva.[2]

Dopo i lunghi anni di formazione, Venecianov rimandò Soroka dal suo padrone, il possidente e nobile Nikolaï Milioukov, chiedendogli di dare la liberta al giovane, perché potesse iscriversi all'Accademia russa di belle arti; Milioukov tuttavia non accettò di liberarlo dalla servitù della gleba. Nel 1861 lo zar Alessandro II di Russia aveva promulgato la legge di riforma che dava la possibilità di riscatto ai servi della gleba che potevano acquistare dai padroni la casa dove abitavano e i terreni circostanti (Riforma emancipativa del 1861). La riforma incontrò fiera opposizione da parte dei proprietari terrieri; scoppiarono disordini, anche sanguinosi e l'emancipazione dei servi si dimostrò, nei fatti, difficile da attuarsi.

Una rivolta di contadini si verificò anche nei possedimenti di Nikolaj Miliukov e coinvolse Grigorij Soroka che, da parte dei contadini, indirizzò al padrone una serie di lagnanze e di risentimenti scritti. Fu arrestato e condannato a una pena corporale. Prima che fosse eseguita, Grigorij Soroka s'impiccò. Nacque la leggenda che sarebbe stato innamorato della giovane Lidia Milioukova e che il padre si fosse vendicato, facendolo arrestare. Nel 2006, in una piazza di Poddub'e (Tver'), è stata posta una lapide commemorativa, in ricordo di Grigorij Soroka.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Secondo il calendario giuliano, allora in uso in Russia, la data di nascita è il 9 dicembre e la data di morte il 22 aprile.
  2. ^ Marco Valsecchi,  pp. 334-335.
  3. ^ Il quadro è stato eseguito nella proprietà dei Pozdneev, da una riva del grande fiume. Il realismo del paesaggio è reso con un incanto di luci grigie, quasi uno stupore, che rivela un'inclinazione romantica assai sentita. Vedi: Marco Valsecchi,  tav. 257.

BibliografiaModifica

  • (EN) Witt library (Londra), A checklist of painters, c1200-1976: represented in the Witt library, Courtland institute of art, London, London, Mansell, 1978, SBN IT\ICCU\TO0\1141264. Ad vocem
  • Marco Valsecchi, I paesaggisti dell'800, Milano, Electa-Bompiani, 1972, pp. 334-335, tav. 257, SBN IT\ICCU\SBL\0437189.
  • (EN) John Milner, A dictionary of Russian and Soviet artists 1420-1970, Woodbridge, Antique Collectors' Club, 1993, p. 406, SBN IT\ICCU\BVE\0043949. Ad vocem
  • (FR) Bénézit, Dictionnaire critique et documentaire des peintres, sculpteurs, dessinateurs et graveurs de tous les temps et de tous les pays, Paris, Gründ, 1999, vol. XIII, p. 43, SBN IT\ICCU\VEA\0109028. (voce: Soroka, Grigori)
  • (DE) Allgemeines Künstlerlexikon: die bildenden Künstler aller Zeiten und Völker, Leipzig, Saur, 1999-2000, SBN IT\ICCU\IEI\0340622. (voce: Soroka, Grigorij Vasil'evic)

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN63035944 · ISNI (EN0000 0000 8249 1069 · CERL cnp01935406 · Europeana agent/base/5911 · ULAN (EN500012187 · LCCN (ENn86136161 · GND (DE174274319 · WorldCat Identities (ENlccn-n86136161