Grip It! On That Other Level

Grip It! On That Other Level è il secondo album del gruppo hip hop statunitense Geto Boys (all'epoca noto come Ghetto Boys), pubblicato il 12 marzo 1989. L'album è distribuito da Rap-A-Lot che lo ripubblica nel 1992 (con Priority Records), 1995 (con Noo Trybe Records), 2002 e 2003 (con J. Prince) per il mercato degli Stati Uniti.

Grip It! On That Other Level
album in studio
ArtistaGeto Boys
Pubblicazione12 marzo 1989
Durata54:12
Dischi1
Tracce12
GenereHip hop[1]
Gangsta rap[1]
Hardcore hip hop[1]
Southern hip hop[1]
East Coast hip hop
West Coast hip hop
EtichettaRap-A-Lot Records
ProduttoreJames Smith (esec.), Clifford Blodget (esec.), DJ Ready Red, Doug King, John Bido, Johnny C
RegistrazioneRap-A-Lot Studio, Houston
1988-1989
Formatialbum, CD, cassetta
Geto Boys - cronologia
Album precedente
(1988)
Album successivo
(1990)

Per questo lavoro, il gruppo è formato da Scarface, Willie D e Bushwick Bill. DJ Ready Red diviene il quarto membro dei Ghetto Boys.

Background e ricezioneModifica

Nel 1988, il fondatore della Rap-A-Lot James Prince decide di investire sui Ghetto Boys.[2] Dopo il fallimento di pubblico e critica di Making Trouble, Prince decide di portare i Ghetto Boys in un'altra direzione, tenendo DJ Ready Red e il leader del gruppo Bushwick Bill, ma togliendo Sire Jukebox e Prince Johnny C, poiché i due erano troppo inclini a copiare gli artisti di New York City.[2]

Willie D aveva firmato con l'etichetta come artista solista nel 1988 e – nonostante la sua inizialmente riluttanza poiché voleva incidere un album solista – fu aggiunto al gruppo da Prince.[2] Nello stesso periodo Akshen sta guadagnando notorietà nella comunità hip hop di Houston: si organizza un'audizione con Akshen e il fratello di Prince a casa di DJ Ready Red per ottenere l'ultimo posto nei Ghetto Boys e la battle rap è vinta da Akshen, che successivamente cambierà nome in Scarface.[2]

Le registrazioni per l'album iniziano nel 1988 e si concludono nei primi mesi del 1989. L'album ottiene buone recensioni dalla critica e si ritaglia una vetrina sia nell'East Coast sia nella West Coast, dove il southern hip hop era prevalentemente ignorato.[2] Dopo il successo dell'album, James Prince rivelò che se Grip It! On That Other Level non fosse stato un successo, avrebbe chiuso la Rap-A-Lot e abbandonato l'industria musicale.[2]

Il secondo disco dei Ghetto Boys raggiunge sia la Billboard 200 sia la chart dedicata alle produzioni hip hop. La rivista specializzata The Source gli assegna il punteggio massimo di 5 mic!, mentre Allmusic recensisce il secondo lavoro del gruppo con 3/5 stelle.[1]

Recensioni professionali
RecensioneGiudizio
AllMusic     [1]
The Source     [3]

TracceModifica

  1. Do It Like It G.O. – 4:36
  2. Gangster Of Love – 5:42
  3. Talkin' Loud Ain't Saying Shit – 5:08
  4. Read These Nikes – 3:42
  5. Size Ain't Shit – 3:41
  6. Seek And Destroy – 3:31
  7. No Sell Out – 4:40
  8. Let A Ho Be A Ho – 4:34
  9. Scarface – 5:08
  10. Life In The Fast Lane – 3:17
  11. Trigga Happy Nigga – 4:48
  12. Mind Of A Lunatic – 5:25

Durata totale: 54:12

ClassificheModifica

Classifiche settimanaliModifica

Classifica (1989) Posizione
massima
Stati Uniti[4] 166
US Top R&B/Hip-Hop Albums[5] 19

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f (EN) Allmusic review
  2. ^ a b c d e f (EN) Rap-A-Lot Records: 25 year anniversary documentary. Rap-A-Lot Records. 2011. Retrieved 2014-02-21.
  3. ^ Kazeem (August 4, 2010). (EN) The Complete List Of 5 Mic Hip-Hop Classics. The Source. Retrieved on 2010-12-23.
  4. ^ (EN) Billboard 200, Billboard.com.
  5. ^ (EN) Top R&B/Hip-Hop Albums, Billboard.com.

Collegamenti esterniModifica