Guillaume Des Autels

Guillaume Des Autels

Guillaume Des Autels (Le Puley, 1529Lione, 1599) è stato uno scrittore e poeta francese, celebre anche per la partecipazione al movimento poetico La Pléiade[1][2].

BiografiaModifica

 
Targa commemorativa di Guillaume Des Autels a Le Puley
 
Les Hôtels : casa di nascita di Guillaume Des Autels a Puley

Guillaume Des Autels nacque a Le Puley nel 1529, in quegli anni terra imperiale.[3]

Eseguì i suoi studi all'Università di Valence, nel Delfinato.[3]

Non essendo appassionato alle opere giuridiche come le Pandette, si dedicò alla poesia scrivendo rime d'amore, non ancora ventenne, con il suo primo libro intitolato Il mese di maggio (Le mois de Mai, 1548), a cui seguirono due anni dopo il Il resto del più grande lavoro (Repos du plus grand travail, 1550), Il seguito del riposo (La suite du Repos, 1551) e Il riposo degli amanti (Amoureux repos, 1553);[3]il suo stile si caratterizzò per un classicismo elegante e prezioso, anche se un po' arcaizzante.[1]

Guillaume Des Autels nella scuola di Lione difese la tradizione di Clément Marot, ma poi la parentela con Pontus de Tyard e l'amicizia con Pierre de Ronsard, che apprezzò le sue poesie, gli aprirono le porte al successo, e lo avvicinarono alle idee della scuola ronsardiana, La Pléiade. [1][2]

Però negli stessi anni Autels si interessò al dibattito riguardante l'ortografia, incominciato da Louis Meigret, scrivendo un Trattato che riguarda l'ex ortografia francese (Traité touchant l'ancien orthographe françois, 1548),[3] che suscitò una risposta polemica da parte di Meigret e una seconda replica di Autels, Replica alle difese furiose (Réplique aux furieuses défenses, 1551), che contenne anche un'appendice poetica.[3]

Dopo aver cercato la protezione di Filippo II di Francia, dedicandogli un Enconium Galliæ Belgicæ (1559),[3] sostenne il partito cattolico durante le guerre di religione francesi con il testo Rimostranza al popolo francese (Remontrance au peuple françois, 1559),[1] e con Arringa al popolo francese contro la ribellione (Harangue au peuple françois contre la rebellion, 1560), ispirati dalla congiura di Amboise, incentrati sugli inviti alla distensione.[3][4]

Prima di allontanarsi dalla letteratura e dedicarsi all'attività di giudice ecclesiastico all'abbazia di Cluny, Autels compose riscuotendo consensi un pastiche di Rabelais, con la sua Mistoirebarragouyne de Franfeluche et Gaudichon, composta nel 1559 e pubblicata successivamente nel 1574.[3]

Autels si distinse per la sua versatilità, per la sua personalità molto dotata, per essere stato un precursore, anche se attorno a se aveva poeti che talvolta potevano superarlo in talento e genialità, come quelli de La Pleiade.[3]

OpereModifica

PoesieModifica

  • Il mese di maggio (Le mois de Mai, 1548);
  • Il resto del più grande lavoro (Repos du plus grand travail, 1550);
  • Il seguito del riposo (La suite du Repos, 1551);
  • Il riposo degli amanti (Amoureux repos, 1553).

SaggiModifica

  • Trattato che riguarda l'ex ortografia francese (Traité touchant l'ancien orthographe françois, 1548);
  • Replica alle difese furiose (Réplique aux furieuses défenses, 1551);
  • Enconium Galliæ Belgicæ (1559);
  • Rimostranza al popolo francese (Remontrance au peuple françois, 1559);
  • Arringa al popolo francese contro la ribellione (Harangue au peuple françois contre la rebellion, 1560).

NoteModifica

  1. ^ a b c d Guillaume Des Autels, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 12 marzo 2019.
  2. ^ a b (FR) Guillaume Des Autels, su short-edition.com. URL consultato il 12 marzo 2019.
  3. ^ a b c d e f g h i Guillaume Des Autels, in le muse, I, Novara, De Agostini, 1964, p. 463.
  4. ^ (FR) Discours politique et genres littéraires: XVIe-XVIIe siècles, su books.google.it. URL consultato il 12 marzo 2019.

BibliografiaModifica

  • (FR) Louis Becq de Fouquières, Œuvres choisies des poètes français du xvie siècle, contemporains de Ronsard, Parigi, G. Charpentier, 1879.
  • (FR) Claus-Peter Haverkamp, Guillaume des Autels et la Pléïade, in Images de Saône-et-Loire, 162,163, 2010, pp. 4-6.
  • (DE) Hans Hartmann, Ein französischer Dichter und Humanist, Ginevra, Slatkine Reprints, 1969.
  • (DE) Franz Josef Hausmann, Louis Meigret. Humaniste et linguiste, Tubinga, 1980.
  • (FR) Robert Horville, Le XVI siècle 1494-1598. Une naissance dans la continuité, in Histoire de la littérature française, Parigi, 1988.
  • (EN) Margaret L. M. Young, Guillaume Des Autelz: a study of his life and works, Ginevra, E. Droz, 1961.
  • (FR) Philippe Michaud, Bibliographie des écrivains d'expression française nés en Saône-et-Loire entre 1500 et 1830, Université de Bourgogne, 1992.
  • (FR) Adèle Souchier, Denise de Romans et Guillaume des Autelz, Parigi, Genf, 1875.
  • (FR) Lucien Taupenot, Guillaume Des Autels (1529-1589) : un poète de chez nous, membre de la Pléiade, in Images de Saône-et-Loire, nº 73, 1988, pp. 22-24.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39510482 · ISNI (EN0000 0001 2129 0500 · LCCN (ENno94026613 · GND (DE120916061 · BNF (FRcb130097042 (data) · BAV ADV12367349 · CERL cnp00562482 · WorldCat Identities (ENno94-026613