Hanjin
Logo
StatoCorea del Sud Corea del Sud
Forma societariaPublic company
Fondazione1945
Sede principaleSeul
Filiali
SettoreConglomerato (finanza)
Prodotti
  • Trasporto navale
  • Trasporto aereo
  • Gestione portuale
Sito webwww.hanjin.co.kr

Il Gruppo Hanjin era uno dei principali conglomerati (Chaebol) dello stato della Corea del Sud, attivo principalmente nel settore dei trasporti navali di merci tramite le controllate Hanjin Shipping e di voli di linea passeggeri tramite Korean Air.

StoriaModifica

Hanjin è stata fondata nel novembre 1945, cioè poco dopo la fine della seconda guerra mondiale. Inizialmente il suo maggior cliente erano le forze armate statunitensi, in particolare, nel 1956 stipulò un contratto per diventare il trasportatore esclusivo del Eighth United States Army per la Corea, dieci anni dopo il contratto fu rinnovato per il Vietnam. Nel 1969 iniziò a trasportare container e l'anno seguente aprì il suo primo impianto portuale a Pusan.

Nel corso degli anni ha espanso le sue attività prima nel medio oriente, e in seguito in tutto il resto del pianeta.

Il 31 agosto 2016, Hanjin Shipping ha presentato istanza di fallimento. I creditori di Hanjin Shipping hanno ritirato il loro sostegno dopo un piano di finanziamento della capogruppo Hanjin.[1] Quindi accadde che tra le 65 e le 85 navi portacontainer della società furono bloccate al largo dei porti di tutto il mondo, in attesa del permesso per attraccare e scaricare le merci, a causa del fallimento.[2]

Sussidiarie quotate in borsaModifica

Altre sussidiarieModifica

  • JungSeok Enterprise Co., Ltd
  • Hanjin Travel Service Co., Ltd
  • Hanjin Transportation Co., Ltd
  • Hanjin Information Systems & Telecomunication Co., Ltd
  • Total Paasenger Service System Co., Ltd
  • Jin Air Co., Ltd
  • KAL Hotel Network Co., Ltd
  • Air Total Service Co., Ltd
  • CyberSky Co., Ltd
  • Global Logistics System Korea Co., Ltd
  • Homeo Theraphy
  • Hanjin SM
  • Cyber Logitec Co., Ltd
  • Inha University
  • Korea Aerospace University
  • Inha University Hospital
  • Jungseok Education Foundation
  • Il Woo Foundation
  • Uniconverse Co., Ltd
  • Czech Airlines

NoteModifica

  1. ^ Crac Hanjin, la flotta fantasma coreana manda in tilt il commercio mondiale, su repubblica.it, 7 settembre 2016. URL consultato il 7 settembre 2016.
  2. ^ Marina Forti, La bancarotta delle navi Hanjin è lo specchio della crisi globale, su internazionale.it, 14 settembre 2016. URL consultato il 18 settembre 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 0632 4882
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende