Apri il menu principale
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la località tedesca, vedi Arendsee (Altmark).
Harpe
ἅρπη
Perseus Canova Pio-Clementino Inv969 n2.jpg
"Perseo con la testa di Medusa" - Antonio Canova (Museo Pio-Clementino) - l'eroe è armato di una fantasiosa forma di harpe
TipoSpada
voci di armi bianche presenti su Wikipedia

Harpē (ἅρπη) era una tipologia di spada-falce diffusa presso gli antichi greci dalla forma non prettamente codificata, ben testimoniata dalle fonti mitologiche ma non da quelle archeologiche.
In lingua italiana veniva anticamente indicata con il vocabolo "arpa"[1].

StoriaModifica

La spada Arpa è arma frequentemente citata nella mitologia greca: se ne serve Crono per evirare il padre Urano; viene donata da Zeus a Perseo per decapitare la gorgone Medusa;...
Nell'iconografia greco-romana la harpe è sempre fantasiosamente raffigurata: spesso compare come una corta spada a lama diritta sotto alla cui punta diparte una seconda punta in foggia di falce. Non abbiamo però dati archeologici consistenti capaci di testimoniarci quale fosse la foggia effettiva di quest'arma. Si ipotizza che potesse essere simile alla spada-scure degli egizi, il khopesh, e che costituisse l'archetipo da cui sviluppò il makhaira, la sciabola dal taglio concavo diffusa tra le forze di cavalleria greche.

NoteModifica

  1. ^ Mortara, Anton Enrico [et al.] [a cura di] (1845), Vocabolario universale della lingua italiana : ed. eseguita su quella del Tramater di Napoli con giunte e correzioni. Mantova, Negretti, v. 1, p. 372.

Voci correlateModifica