Apri il menu principale
Henry Hopper al Festival di Cannes 2011

Henry Lee Hopper (Los Angeles, 11 settembre 1990) è un attore statunitense, figlio del noto attore e regista Dennis Hopper e dell'attrice Katherine LaNasa.

Indice

BiografiaModifica

Henry Hopper è nato nel 1990 a Los Angeles, in California Ha tre sorellastre: Marin (nata nel 1962), figlia del padre e della prima moglie, l'attrice Brooke Hayward, Ruthanna (nata nel 1974 circa), figlia del padre e della terza moglie, Daria Halprin, e Galen Grier Hopper (nata nel 2003), figlia del padre e della sua ultima moglie, Victoria Duffy.

All'età di quattordici anni, Hopper ha iniziato a prendere lezioni di recitazione presso il Lee Strasberg Theatre and Film Institute.[1] In seguito ha studiato pittura e scultura nel California Institute of the Arts, ma a diciotto anni ha abbandonato gli studi per andare a Berlino, dove ha vissuto in un collettivo di artisti.[2]

CarrieraModifica

Hopper ha debuttato nel mondo del cinema recitando nel film del 1996 Kiss & Tell diretto da Jordan Alan, insieme a Richmond Arquette, Lewis Arquette, Peter Greene e Jill Hennessy. Nella pellicola ha interpretato tre differenti personaggi minori. Hopper non ha recitato nuovamente fino al 2011, quanto gli è stata assegnata la parte del co-protagonista, al fianco di Mia Wasikowska, nel film L'amore che resta di Gus Van Sant. Il film è stato proiettato nella sezione Un Certain Regard del 64º Festival di Cannes[3] [4].

FilmografiaModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Martin Michael, Henry Hopper, Interview, febbraio 2010. URL consultato il 28 agosto 2011.
  2. ^ (EN) Sharon Waxman, For Henry Hopper, Acting Was a 'Tool' in Accepting Dennis Hopper's Death, The Wrap, 14 maggio 2011. URL consultato il 29 agosto 2011.
  3. ^ Rebecca Leffler, Gus Van Sant's 'Restless' to Open Cannes Un Certain Regard, The Hollywood Reporter, 13 aprile 2011. URL consultato il 29 agosto 2011.
  4. ^ (EN) Kevin Jagernauth, Gus Van Sant's 'Restless' Gets September 16th Release Date, IndieWire, 25 aprile 2011. URL consultato il 29 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2011).

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN268730218 · ISNI (EN0000 0003 8348 7071 · LCCN (ENno2012043002 · BNF (FRcb165828544 (data) · WorldCat Identities (ENno2012-043002