Apri il menu principale

Himantornis haematopus

specie di uccello

Distribuzione e habitatModifica

L'areale della specie comprende la fascia delle foreste pluviali che si estende dalla Guinea alla Repubblica Democratica del Congo. Predilige le foreste a galleria e le paludi, ed è stato osservato anche nelle formazioni a mangrovie[3].

BiologiaModifica

Il rallo di Nkulengu è una specie stanziale, dalle abitudini riproduttive poco conosciute. Generalmente va in cerca di cibo in gruppi di 2-3 esemplari, nelle ore diurne, ed è maggiormente attivo all'alba e al crepuscolo; talvolta, durante la stagione secca, è stato osservato in compagnia di altre specie insettivore, in particolare attorno alle colonne di formiche scacciatrici. Trascorre la notte appollaiato su un cespuglio o un albero basso.

AlimentazioneModifica

La dieta del rallo di Nkulengu comprende chiocciole, millepiedi, insetti (come formiche e Coleotteri), piccoli anfibi (come rane) e semi dal rivestimento duro[4]. Assieme al Aramides cajaneus, il rallo di Nkulengu è l'unica specie che segue le colonne di formiche legionarie per cibarsi degli invertebrati che incontrano[5].

RiproduzioneModifica

Gli studiosi hanno avuto modo di osservare solo due nidi di questo animale: entrambi erano costituiti da una rozza struttura di foglie e ramoscelli posta a circa 1,2 m di altezza dal suolo (una su un arbusto, l'altra su un albero)[4].

NoteModifica

  1. ^ (EN) BirdLife International 2012, Himantornis haematopus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Rallidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 12 maggio 2014.
  3. ^ Taylor, p.178.
  4. ^ a b Taylor, p.179.
  5. ^ Taylor, p.40.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli