Apri il menu principale

Stato di conservazione (biologia)

Lo stato di conservazione di una specie è un indicatore della probabilità che quella specie continui a sopravvivere. Molti fattori sono tenuti in conto quando si valuta lo stato di conservazione di una specie: non solo il numero degli esemplari, ma l'aumento o la diminuzione generale col tempo della popolazione, il successo della riproduzione in cattività, le minacce conosciute e così via.

L'elenco degli stati di conservazione più noto del mondo è la lista rossa dell'IUCN, ma esistono anche altre liste.

Indice

Classificazione IUCNModifica

Categorie di basso rischioModifica

Categorie e criteri 2001
(versione 3.1)
Descrizione Categorie e Criteri 1994
(versione 2.3)
  Rischio minimo (LC o LR/lc), comprende specie con ampio areale e popolazione numerosa, che non soddisfano i criteri per l'inclusione in nessuna delle categorie a rischio.
Esempi: Morus alba, Ziziphus jujuba, Corylus avellana, Juniperus communis, Crataegus azarolus, Passer domesticus
 
  Prossimo alla minaccia (NT o LR/nt), comprende specie prossime ad essere considerate a rischio o che potrebbero diventarlo nel futuro prossimo.
Esempi: Pistacia vera, Panthera onca
 
Categoria non più utilizzata. Dipendente dalla conservazione (LR/cd), comprende specie la cui sopravvivenza è legata a specifici programmi di conservazione, la cessazione dei quali comporterebbe il passaggio a una delle categorie di minaccia nell'arco di cinque anni.
Esempi: Melanosuchus niger, Pinus balfouriana.
 

Categorie di minacciaModifica

Categorie e criteri 2001
(versione 3.1)
Descrizione Categorie e Criteri 1994
(versione 2.3)
  Vulnerabile (VU), comprende specie considerate a rischio di estinzione in natura.
Esempi: Dioon purpusii, Carcharodon carcharias.
 
  In pericolo (EN), comprende specie considerate ad alto rischio di estinzione in natura.
Esempi: Encephalartos horridus, Balaenoptera musculus
 
  Critico (CR), comprende specie considerate a rischio estremamente alto di estinzione in natura.
Esempi: Abies nebrodensis, Gavialis gangeticus, Prionailurus iriomotensis
 

Categorie di estinzioneModifica

Categorie e criteri 2001
(versione 3.1)
Descrizione Categorie e Criteri 1994
(versione 2.3)
  Estinto in natura (EW), comprende specie che sopravvivono solo in coltivazione o in cattività, o con popolazioni naturalizzate in località lontane dal luogo di origine.
Esempi: Encephalartos woodii, Corvus hawaiiensis
 
  Estinto (EX), ci sono ragionevoli motivi per ritenere che l'ultimo individuo della specie si sia estinto.
Esempi: Pinguinus impennis, Raphus cucullatus, Ceratotherium simum cottoni
 
  Probabilmente estinto in natura (PEW), sottocategoria di CR, usata per specie delle quali sopravvivono esemplari in coltivazione o in cattività e di cui si sospetta l'avvenuta estinzione in natura, ma per le quali non vi sono ancora prove definitive.
Esempi: Ambystoma mexicanum
 
  Probabilmente estinto (PE), sottocategoria di CR, usata dalla BirdLife International per specie di cui si sospetta l'avvenuta estinzione ma per le quali non vi sono ancora prove definitive.
Esempi: Lipotes vexillifer, Panthera pardus jarvisi
 

Categorie incerteModifica

  Dati insufficienti (DD), comprende specie per le quali le informazioni disponibili sono insufficienti per dare una diretta o indiretta valutazione del rischio di estinzione.
Esempi: Orcinus orca, Drosophyllum lusitanicum
 
  Non valutato (NE), comprende le specie non ancora valutate dalla IUCN.
Esempi: Octopus vulgaris, Macropinna microstoma
 

Altre categorieModifica

  • Preistorico: a mezza via tra Estinto e Fossile: specie che si estinsero prima del 1500 ma di cui esistono alcuni campioni in stato non-fossile. Ciò è particolarmente utile nello studio dell'evoluzione umana poiché l'analisi molecolare dei campioni può essere confrontata con quella di altri campioni moderni o preistorici. Esempi: Bos taurus primigenius.
  • Fossile: più che uno stato di conservazione è un'indicazione che le specie sono conosciute solo per i reperti fossili. Esempi: Tyrannosaurus rex

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Ecologia e ambiente: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ecologia e ambiente