The Holy Modal Rounders

(Reindirizzamento da Holy Modal Rounders)

Gli Holy Modal Rounders erano un gruppo folk originario della Lower East Side di New York nato nella prima metà degli anni sessanta formato inizialmente dal violinista Peter Stampfel e Steve Weber[1].

The Holy Modal Rounders
Peter Stampfel 08.jpg
Peter Stampfel degli Holy Modal Rounders
Paese d'origineStati Uniti Stati Uniti
GenereFolk psichedelico
Periodo di attività musicale1962 – anni 2000
Album pubblicati12

Sono considerati gli inventori del folk psichedelico.[2]

Storia del gruppoModifica

Dopo i primi due album i due musicisti entrarono nei Fugs con cui registrarono 3 album. Il gruppo si ricostituì come quartetto con l'attore Sam Shepard e Lee Crabtree. Ci furono poi altri cambi di formazione, il gruppo si trasferì a Boston e poi nell'Oregon[3].

Per un breve periodo tra il 1975 ed il 1976 Stampfel formò gli Unholy Modal Rounders.

Nel 1978 il gruppo si sciolse, Stampfel ritornò a New York e formò i Bottle Caps mentre Weber rimase a Portland dove proseguì con altri musicisti sempre sotto il nome di Holy Modal Rounders, abbandonando però il folk acido e psichedelico degli esordi per passare ad uno stile musicale più rock e prevalentemente elettrico.

FormazioneModifica

DiscografiaModifica

Album in studioModifica

Album dal vivoModifica

RaccolteModifica

Come Unholy Modal Rounders e con Michael Hurley, Jeffrey Frederick & The ClamtonesModifica

NoteModifica

  1. ^ Valerio D'Onofrio, Valeria Ferro e Antonio Silvestri, Psych-rock in the Usa. Un sogno lisergico a stelle e strisce, su ondarock.it.
  2. ^ The History of Rock Music. Holy Modal Rounders: biography, discography, reviews, links
  3. ^ Alessio Brunialti, Folk USA: 100 album fondamentali, in Mucchio Extra, Stemax Coop, #28 Inverno/Primavera 2008.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN155725370 · ISNI (EN0000 0001 0674 106X · Europeana agent/base/153638 · LCCN (ENn97067109 · GND (DE10050226-X · BNF (FRcb13903995v (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n97067109
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica