Apri il menu principale

La III Biennale di Monza - Terza Mostra Internazionale delle Arti Decorative dedicata a "Il Novecento e il Neoclassicismo nella decorazione e nell'arredamento" - La semplificazione formale ebbe luogo a cura dell'ISIA di Monza fra il 31 maggio e il 16 ottobre 1927.

L'esposizione, dedicata alle arti decorative, era suddivisa in cinque sezioni. Due sezioni erano distinte in base alla provenienza territoriale dei partecipanti: la prima per gli ospiti nazionali ospitò dieci regioni italiane (Abruzzo, Calabria, Emilia Romagna, Friuli, Lazio, Liguria, Piemonte, Toscana, Umbria, Sicilia); la seconda, internazionale, ospitava espositori di otto nazioni (Svizzera, Danimarca, Svezia, URSS, Germania, Francia, Spagna, Ungheria).

Una sezione era dedicata alla grafica ed all'editoria, una alle arti decorative e all'artigianato ed un'altra all'arredamento.
Un'apposita area espositiva era riservata agli artisti futuristi, organizzata da Azari su incarico di Depero.

Fra i partecipanti vi furono Felice Casorati, Francesco Nonni, Alberto Sartoris, Giuseppe Terragni, Guido Andloviz.

BibliografiaModifica

  • Catalogo ufficiale della III Mostra Internazionale delle Arti Decorative, Milano 1927 e II ed. Monza, Villa Reale, 1927.
  • Marangoni Guido (a cura di), La III Mostra Internazionale delle Arti Decorative Monza 1927 Notizie - rilievi - risultati, Bergamo 1927.