Apri il menu principale
Ikeda Mitsumasa

Ikeda Mitsumasa[1] (池田 光政?; 10 maggio 160927 giugno 1682) fu un daimyō giapponese del periodo Edo appartenente al clan Ikeda.

BiografiaModifica

Figlio di Ikeda Toshitaka e di Tsuruhime, figlia di Sakakibara Yasumasa a figlia adottiva di Tokugawa Hidetada.

Dopo la morte del padre nel 1616 Mitsumasa ereditò i suoi domini nella provincia di Harima.

Nel 1617 fu trasferito nel dominio di Tottori (325.000 koku) con le provincie di Inaba e Hoki.

Nel 1632 fu nuovamente trasferito nel dominio di Okayama (315.000 koku) nella provincia di Bizen. I suoi discendenti continuarono a vivere a Okayama.

Amava la scienza e favoriva l'istruzione al massimo del suo potere. Nel 1672 abbandonò la gestione dei suoi domini a favore di suo figlio.[2]

Fu anche uno studioso confuciano e patrono di Kumazawa Banzan, importante studioso confuciano del XVII secolo.

NoteModifica

  1. ^ Per i biografati giapponesi nati prima del periodo Meiji si usano le convenzioni classiche dell'onomastica giapponese, secondo cui il cognome precede il nome. "Ikeda" è il cognome.
  2. ^ Edmond Papinot, Historical and geographical dictionary of Japan vol. 1, F. Ungar Pub. Co., 1964, p. 199.

BibliografiaModifica

  • (EN) Edmond Papinot, Historical and geographical dictionary of Japan, F. Ungar Pub. Co., 1964.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN35776952 · ISNI (EN0000 0000 2287 5255 · LCCN (ENn81072405 · GND (DE17373149X · CERL cnp01933123 · NDL (ENJA00269945 · WorldCat Identities (ENn81-072405