Apri il menu principale
Il fanatico burlato
Lingua originaleitaliano
GenereDramma giocoso
MusicaDomenico Cimarosa
LibrettoFrancesco Saverio Zini
Attidue
Prima rappr.primavera 1787
TeatroTeatro del Fondo, Napoli
Versioni successive
Der adelsüchtige Bürger, 1791 Mannheim
Personaggi
  • Don Fabrizio
  • Doristella, sua figlia
  • Lindoro, amante di Doristella
  • Conte Romolo
  • Giannina, cameriera di Don Fabrizio
  • Valerio, cameriere di Don Fabrizio

Il fanatico burlato è un dramma giocoso in due atti di Domenico Cimarosa su libretto di Francesco Saverio Zini.

La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro del Fondo di Napoli durante la primavera del 1787. Fu successivamente revisionato e tradotto in tedesco e messo in scena come Der adelsüchtige Bürger a Mannheim nel 1791.

Opera non di certo tra le più note del compositore partenopeo, è conosciuta soprattutto per la sinfonia che introduce l'opera, una delle migliori ouverture cimarosiane, carica di brio, vivacità e brillantezza. Il resto dell'opera, in alcune parti, specie i recitativi abbastanza lunghi e prolissi, forse impropriamente non è ritenuta all'altezza della sinfonia, tranne che per il terzetto Che dolce cosa è amare, l'aria Qui ne stava io poverina, pastorella innocentina, l'aria di Don Fabrizio Figlia cara benedetta e altri brani all'interno della commedia. L'opera è un lavoro molto complesso e tipico del grande compositore.

La vicenda ruota intorno al protagonista Don Fabrizio, eccentrico Barone del fantomatico territorio del Cocomero, che si fa abbindolare dall'amante della figlia e con una farsa turchesca viene da lui nominato Gran Mammalucco.

Dopo questo lavoro Cimarosa interruppe inspiegabilmente la sua attività di operista per quasi un anno.

DiscografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica