Apri il menu principale
F. 205 Inf.
AmbrosianIliadPict47Achilles.jpg
Immagine 47 dell'Ilias Picta:
Achille sacrifica a Zeus
Altre denominazioniIlias Picta, Iliade ambrosiana
EpocaV-VI secolo d.C.
Supportopergamena
Linguagreco antico
ProvenienzaAlessandria d'Egitto
Ubicazione attualeBiblioteca Ambrosiana, Milano
Primo curatoreAngelo Mai
Scheda bibliografica

L’Iliade ambrosiana è quel che resta di un manoscritto che conteneva tutta l'Iliade, risalente all'anno 500 circa e unanimemente ritenuto oggi fatto ad Alessandria d'Egitto, dopo che attribuzioni erano state sostenute da autorevoli studiosi. Nel XII secolo le miniature vennero ritagliate ed incollate su un codice cartaceo di provenienza calabro-sicula contenente materiale del corpus omerico. Nel 1609, con l'acquisto da parte di Gian Vincenzo Pinelli, i ritagli entrarono nel patrimonio della Biblioteca Ambrosiana, presso la quale sono oggi conservati con la segnatura F. 205 Inf. furono acquistate dalla Biblioteca Ambrosiana di Milano. Nel 1811 Angelo Mai, bibliotecario dell'Ambrosiana, ritenendo che il manoscritto fosse del III secolo, quindi che fosse importantissimo per il testo (che poi si rivelò invece una versione di poco valore del poema), per far risaltare meglio la scrittura al fine di una sua decifrazione, sottopose i fogli a reagenti chimici, con la conseguenza che gran parte del colore delle miniature cadde, riducendole sciaguratamente allo stato miserabile che vediamo oggi. Restano 58 miniature del codice originale. Nel 1819, lo stesso Mai pubblicò i frammenti: Iliadis fragmenta antiquissima cum picturis item scholia vetera ad Odysseam. Lo studio più completo è quello di Ranuccio Bianchi Bandinelli (la cui pubblicazione fu per anni osteggiata dalla Biblioteca, dato che il noto archeologo faceva parte del PCI), dove però propose Costantinopoli come luogo di esecuzione e non Alessandria (per poi ricredersi anni dopo di fronte agli studi paleografici di Guglielmo Cavallo e a quelli sulle illustrazioni di Kurt Weitzmann): Hellenistic-Byzantine Miniatures of the Iliad (Ilias Ambrosiana), Olten 1955.

Altri progettiModifica