Infradiciottenne

Il soggetto infradiciottenne, nel diritto italiano, è un minore di età compresa tra i quattordici e diciotto anni. Secondo dottrina e giurisprudenza, l'infradiciottenne è parte di una categoria specifica, rilevante soprattutto nel diritto penale: se capace d'intendere e di volere, è diversamente imputabile rispetto ad un minore di quattordici anni (non imputabile ex art. 97 cod. pen) o ad un reo che ha già raggiunto la maggiore età (art. 2 cod. civ.). Colui soggetto a tale regime, ai sensi dell'art. 98 cod. pen., ha diritto ad una riduzione della pena detentiva rispetto a quella prevista nelle singole rubriche o la conversione della stessa in pecuniaria, se inferiore a 5 anni. In caso di pena più grave, sono previste pene accessorie come l'interdizione dai pubblici uffici (fino ad un massimo di cinque anni); oppure, nei casi stabiliti dalla legge, il reo può essere sospeso anche dall'esercizio della potestà dei genitori.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

  Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Diritto