International Docking Adapter

L’International Docking Adapter (IDA) è un adattatore di sistemi di aggancio dei veicoli spaziali sviluppato per convertire l'APAS-95 con il NASA Docking System (NDS)/ International Docking System Standard (IDSS). È pianificato che un IDA venga collocato su ciascuno degli Pressurized Mating Adapter (PMA) della ISS, due dei quali posizionati nei boccaporti anteriore e zenith di Harmony.

L'IDA-2

StoriaModifica

Prima degli IDA vennero presi in considerazione diversi adattatori di aggancio, ma alla fine la loro produzione venne cancellata.

APAS to LIDS Adaptor SystemModifica

 
Il Common Docking Adapter, ora cancellato

L'APA to LIDS Adaptor System (ATLAS) è stato annunciato nel 2008 e avrebbe dovuto essere posizionato sui PMA per convertire l'APAS-95 con il Low Impact Docking System (LIDS). L'ATLAS sarebbe stato lanciato in una delle prime due missioni di Orion verso la Stazione Spaziale Internazionale ma queste missioni vennero poi cancellate e il ruolo di Orion venne sostituito dal Commercial Crew Program.

Common Docking AdapterModifica

Il Common Docking Adapter (CDA) venne annunciato nel 2009 e avrebbe dovuto essere utilizzato per convertire il Common Berthing Mechanism con il NASA Docking System, collegandosi direttamente a Harmony, uno anteriormente e uno zenith.

DesignModifica

IDA converte il APAS-95 al NASA Docking System (che è conforme all'International Docking System Standard) e permette il trasferimento di equipaggio, carico, alimentazione e dati. Ha una massa di 526 kg, un'altezza di 110 cm e una larghezza di 160 cm, mentre se si includono gli obiettivi di attracco, i laser retro-riflettori e i relativi sistemi disposti attorno ai perimetri esterni, il diametro esterno è di circa 240 cm. Boeing è l'appaltatore principale per gli IDA, i quali sono stati assemblati presso lo Houston Product Support Center. Le componenti provenivano da 25 Stati americani diversi mentre la struttura principale è stata progettata dalla società russa RKK Energija.

Consegna degli IDA alla ISSModifica

 
L'IDA-1

Entrambi gli IDA sono stati lanciati e consegnati alla ISS a bordo del trunk di una navicella Dragon. In particolare, pochi giorni dopo essere attraccata alla Stazione, i controllori di terra manovrano Dextre per rimuoverlo dal trunk e spostarlo a circa 30 cm dalla parte anteriore del PMA, prima di alloggiarlo. Infine, durante un'attività extraveicolare successiva gli astronauti completano l'aggancio e passano i vari cavi.

Originariamente l'IDA-1 avrebbe dovuto essere collegato al PMA-2 del boccaporto anteriore di Harmony mentre l'IDA-2 al PMA-3 sul portello Zenith, ma a causa della perdita dell'IDA-1, l'IDA-2 è stato attraccato al PMA-2 e l'IDA-3, il sostituto dell'IDA-1, sarà agganciato al PMA-3 nel portello Zenith di Harmony.

IDA-1Modifica

Nel febbraio 2015, l'IDA-1 era stato trasportato al Kennedy Space Center mentre IDA-2 si trovava ancora allo stabilimento di Houston di Boeing. I sistemi e gli obiettivi dell'IDA-1 erano stati testati per un mese presso lo Space Station Processing Facility prima di essere dichiarati idonei al lancio. L'IDA-1 è andato poi perso durante il fallimento del lancio di SpaceX CRS-7 il 28 giugno 2015.

IDA-2Modifica

L'IDA-2 è stato lanciato su SpaceX CRS-9 il 18 luglio 2016. Venne agganciato permanentemente al PMA-2 durante una EVA il 19 agosto 2016. È stato usato per la prima vola il 3 marzo 2019 quando la navicella Crew Dragon della SpaceX durante la sua missione di prova Demo 1 attraccò in modo automatico.

IDA-3Modifica

L'IDA-3 è stato costruito principalmente con pezzi di ricambio per costruirlo in tempi rapidi, il 25 luglio 2019 è stato lanciato nella missione SpaceX CRS-18. Venne agganciato permanentemente al PMA-3 durante una EVA nell'agosto 2019. È stato usato per la prima vola il 7 dicembre 2020 quando la navicella Cargo Dragon della SpaceX durante la missione SpaceX CRS-21 attraccò in modo automatico.

Galleria d'immaginiModifica

Altri progettiModifica

  Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica