Apri il menu principale

Ireneo Filalete, (latino Eirenaeus Philalethes, cioè "pacifico amante della verità") (... – XVII secolo), è stato un alchimista britannico ed autore di molte importanti opere del suo periodo.

I suoi lavori furono letti da Isaac Newton, John Locke e Gottfried Wilhelm Leibniz. Gli scritti di Newton sull'alchimia sono fortemente influenzati dal Filalete, sebbene Newton vi abbia apportato delle modifiche significative.

IdentitàModifica

La vera identità di Filalete (pseudonimo non rarissimo in quel periodo) rimane sconosciuta. Da recenti ricerche,[1][2] sembra comunque probabile che egli fosse l'alchimista George Starkey (1628-1665), autore di Pirotecnia, il primo scienziato statunitense che scrisse i lavori attribuiti a Filalete. Un'altra ipotesi è quella che fosse John Wintrop junior, primo astronomo statunitense e primo coloniale ad essere membro della Royal Society di Londra.

Filalete è universalmente conosciuto per essere l'autore dello scritto alchemico intitolato Entrata aperta al palazzo chiuso del Re (titolo originale Introitus Apertus ad Occlusum Regis Palatium), scritto nel 1645 e pubblicato nel 1669.

NoteModifica

  1. ^ Gehennical Fire: The Lives of George Starkey, an American Alchemist in the Scientific Revolution by William R Newman, University of Chicago Press, 2003 (ISBN 0226577147)
  2. ^ Alchemy Tried in the Fire: Starkey, Boyle, and the Fate of Helmontian Chymistry by William R. Newman, Lawrence M. Principe, University of Chicago Press, 2002 (ISBN 0226577112)
Controllo di autoritàVIAF (EN266490656 · ISNI (EN0000 0003 8285 890X · LCCN (ENn84203897 · GND (DE120544598 · NLA (EN36011522 · CERL cnp00417369 · WorldCat Identities (ENn84-203897
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie