Jacopo I Appiano

nobile italiano
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Jacopo Appiano.
Jacopo I Appiano
Signore di Pisa
(Capitano del Popolo e delle Masnade[1])
Stemma
In carica 23 ottobre 1392[1] – 10 settembre 1398
(già dal 24 ottobre associò al potere il figlio Vanni, morto il 6 ottobre 1397;[1] poi associò l'altro figlio Gherardo[2])
Predecessore Pietro Gambacorta[1][2]
Successore Gherardo Leonardo Appiano[2][3]
Altri titoli
  • Notaio degli Anziani[1] (1352[1])
  • Membro del Consiglio degli Anziani[1] (bimestre marzo-aprile 1354;[1] bimestre maggio-giugno 1370[1])
  • Cancelliere degli Anziani[1][2] (ininterrottamente per circa 22 anni[1])
Nascita Pisa,[1] Repubblica di Pisa (oggi Italia), 1322 circa[1]
Morte Pisa, Repubblica di Pisa (oggi Italia), 10 settembre 1398[1]
Dinastia Appiano
Padre Giovanni "Vanni" Appiano[1]
Madre ?
Consorti 1ª: ?
2ª: ?
3ª: ?
4ª: Ludovica Malaspina[1]
Figli Vanni[1]
Gherardo Leonardo[2][3]
Emanuele[3]

Jacopo I Appiano, noto anche come Iacopo Appiani[1] o Iacopo d'Appiano[1][2] (Pisa, 1322 circa – Pisa, 10 settembre 1398), è stato un nobile, notaio e politico italiano, signore di Pisa[2][3] dal 1392 al 1398.

BiografiaModifica

Figlio di Vanni, anziano di Pisa al servizio dei Gambacorti, ricoprì il ruolo di cancelliere del Consiglio degli anziani, sotto nomina del signore Pietro Gambacorti. Nel 1392, bramoso di potere e d'accordo con Gian Galeazzo Visconti, si impadronì della città uccidendo il signore pisano.

Alla sua morte nel 1398 la signoria passò nelle mani del figlio Gherardo Appiano.

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Ottavio Banti, APPIANI, Iacopo, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  2. ^ a b c d e f g Gino Scaramella, APPIANO, Iacopo d', signore di Pisa, in Enciclopedia Italiana, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 21 gennaio 2019.
  3. ^ a b c d Ottavio Banti, APPIANI, Gherardo Leonardo, in Dizionario biografico degli italiani, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 21 gennaio 2019.

BibliografiaModifica

  • Scipione Ammirato, Istorie fiorentine Parte II, Firenze, 1641.
  • Ottavio Banti, APPIANI, Iacopo, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 3, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1961. URL consultato il 7 gennaio 2018.  
  • Ottavio Banti, Iacopo d'Appiano : economia, società e politica del comune di Pisa al suo tramonto (1392-1399), Pisa, Il Telegrafo, 1971, p. 347. Ospitato su archive.is.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN62476470 · ISNI (EN0000 0000 1457 7282 · CERL cnp00579842 · GND (DE12425747X · BNF (FRcb12433794k (data) · WorldCat Identities (ENviaf-62476470
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie