Jacques de Lajoüe

Pittore francese del XVIII secolo

Jacques de Lajoüe (Parigi, 1686Parigi, 1761) è stato un pittore francese.

BiografiaModifica

 
Il gabinetto di fisica di Bonnier de La Mosson, Beit Collection, Blessington, Irlanda
 
Scena in un parco, Ermitage, San Pietroburgo

Figlio di un architetto, fu ammesso all'Accademia nel 1721. È definito da Blondel uno dei primi tre inventori del genere pittoresco, assieme a Pineau e Juste-Aurèle Meissonnier.

Fu autore di numerosi progetti di giardini immaginari, il cui impianto si accorda alla rocaille lanciata da Meissonnier; lavorò anche ad alcune decorazioni teatrali, conservate ora al Museo dell'Opera di Parigi.

La parte più importante del suo lavoro è costituita da composizioni decorative, come quelle conservate a Pontoise e quelle del Petit Palais di Parigi. Inoltre produsse scene di genere fantastico, come Il gabinetto di fisica di Bonnier de La Mosson della Beit Collection di Blessington, ma è divenuto celebre per i paesaggi carichi di elementi architettonici, trattati con uno stile chiaro, che ricorda le immagini pastorali di François Boucher. Esempi caratteristici si trovano al Louvre, all'Ermitage di San Pietroburgo e nei musei di Avignone e di Darmstadt.

Eseguì anche svariati ritratti, tra cui l'Autoritratto con la famiglia del 1757.

BibliografiaModifica

  • Ernst Gombrich, Dizionario della Pittura e dei Pittori, Einaudi Editore, 1997.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN34465176 · ISNI (EN0000 0001 2100 5247 · Europeana agent/base/42368 · LCCN (ENn84125151 · GND (DE132489317 · BNF (FRcb11965765t (data) · BNE (ESXX4858059 (data) · ULAN (EN500016918 · BAV (EN495/196965 · CERL cnp01093742 · WorldCat Identities (ENlccn-n84125151