Apri il menu principale
James Burkett Hartle

James Burkett Hartle (Baltimora, 20 agosto 1939) è un fisico statunitense.

BiografiaModifica

Dal 1966 professore di Fisica presso l'Università della California di Santa Barbara, è attualmente membro della facoltà esterna del Santa Fe Institute. È noto per il suo lavoro sulla relatività generale, in astrofisica, e nell'interpretazione della meccanica quantistica.

In collaborazione con Murray Gell-Mann ed altri, ha sviluppato un'alternativa all'interpretazione di Copenaghen, più generale, e adatta alla cosmologia quantistica, basata sulle storie consistenti.

Nel 1964 in collaborazione con Dieter Brill, ha scoperto il geon Brill–Hartle, una soluzione approssimata (su un'ipotesi del Wheeler ) di un fenomeno ipotetico, di come, un pacchetto di onde gravitazionali possa rimanere confinato in una regione compatta dello spazio-tempo grazie all'attrazione gravitazionale sviluppata dal suo campo d'energia.[1]

Nel 1983, presso l'Istituto Enrico Fermi dell'Università di Chicago, sviluppò, in collaborazione con Stephen Hawking, lo stato di Hartle-Hawking, nel quale una specifica soluzione all'Equazione Wheeler-DeWitt intende spiegare le condizioni iniziali del Big Bang.

Hartle è autore del testo sulla relatività generale dal titolo : "Gravity : an Introduction to Einstein's General Relativity".[2]

NoteModifica

  1. ^ Brill, D. R.; and Hartle, J. B., Method of the Self-Consistent Field in General Relativity and its Application to the Gravitational Geon, in Phys. Rev., vol. 135, 1964, pp. B271, Bibcode:1964PhRv..135..271B, DOI:10.1103/PhysRev.135.B271.
  2. ^ Hartle, James B., Gravity: an Introduction to Einstein's General Relativity, San Francisco, Addison–Wesley, 2003, ISBN 0-8053-8662-9.,

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17283590 · ISNI (EN0000 0001 1747 6150 · LCCN (ENn86011787 · GND (DE105326156X · BNF (FRcb12279199k (data) · WorldCat Identities (ENn86-011787