Apri il menu principale
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Japigidae
JapyxLefroy.jpg
Japyx sp.
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Protostomia
(clade) Ecdysozoa
Phylum Arthropoda
Subphylum Tracheata
Superclasse Hexapoda
Classe Entognatha
Ordine Diplura
Famiglia Japygidae
Generi

vedi testo

Gli japigidi (Japygidae) sono una famiglia di esapodi dell'ordine dei Dipluri comprendente circa 200 specie.

DescrizioneModifica

Essi hanno il corpo affusolato e di colore chiaro, lungo da 0,6 a 3 cm. All'estremità dell'addome si innestano 2 rigidi cerci a forma di forbice che vengono utilizzati per afferrare prede minute. Depongono piccoli gruppi di uova nel terreno.

Distribuzione e habitatModifica

TassonomiaModifica

La famiglia comprende i seguenti generi:
lista incompleta

Specie presenti in ItaliaModifica

  • Catajapyx aquilonaris (Silvestri, 1931)
  • Catajapyx propinquus Silvestri, 1948
  • Dipljapyx hirpinus Silvestri, 1948
  • Dipljapyx italicus (Silvestri, 1908)
  • Dipljapyx limbarae Silvestri, 1948
  • Dipljapyx nexus Silvestri, 1948
  • Dipljapyx sardous Silvestri, 1948
  • Dipljapyx silanus Silvestri, 1948
    • Dipljapyx silanus silanus Silvestri, 1948
    • Dipljapyx silanus meiocerus Silvestri, 1948
  • Japyx meridionalis Silvestri, 1948
  • Japyx minutus Silvestri, 1948
  • Japyx solifugus Haliday, 1864
  • Metajapyx braueri (Verhoeff, 1904)
  • Metajapyx firmus (Silvestri, 1931)
  • Metajapyx garganicus Silvestri, 1948
  • Metajapyx moroderi (Silvestri, 1929)
    • Metajapyx moroderi patrizianus Pagés, 1953
  • Metajapyx parvidens Silvestri, 1948
  • Metajapyx peanoi Pagés, 1980
  • Metajapyx siculus (Verhoeff, 1923)
  • Monojapyx simplex (Verhoeff, 1923)
  • Parindjapyx apulus (Silvestri, 1908)
  • Protjapyx maior (Grassi, 1886)
    • Protjapyx maior maior (Grassi, 1886)
    • Protjapyx maior sardous Silvestri, 1948
    • Protjapyx maior trinachrius Silvestri, 1948
  • Unjapyx simplicior (Silvestri, 1929)

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica