Apri il menu principale

Jean-Jacques Boissard

antiquario, poeta e storico francese
Jean-Jacques Boissard ca. 1598 di Theodor de Bry

Jean-Jacques Boissard (Besançon, 1528Metz, 30 ottobre 1602) è stato un antiquario, poeta e storico francese, autore di poesie neolatine.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Besançon studiò Lovanio ma lasciò di nascosto il seminario per viaggiare attraverso la Germania fino in Italia, dove rimase diversi anni e fu spesso ridotto in povertà. Il tempo trascorso il Italia gli fece sviluppare una inclinazione, e creò una collezione di lavori da Roma e dalle vicinanze. In seguito visitò le isole della Grecia, ma problemi di salute lo obbligarono tornare a Roma. Qui completò la sua collezione e tornò in Francia; ma non potendo professare pubblicamente la religione protestante, che aveva abbracciato qualche tempo prima, si ritirò a Metz, dove rimase fino alla morte[1].

OpereModifica

Fornì testi e disegni per libri di Robert Boissard, Theodor de Bry, Jacques Granthomme e Alexandre Vallée.[2]

Le sue opere maggiori sono:

  • Poemata (1574)
  • Emblemata (1584)
  • Icones Virorum Illustrium (1597)
  • Vitae et Icones Sultanorum Turcicorum, etc. (1597)
  • Theatrum Vitae Humanae (1596)
  • Romanae urbis topographia et antiquitates (1597–1602)
  • De Divinatione et Magicis Praestigiis (1605)
  • Habitus Variarum Orbis Gentium (1581), ornamented with seventy illuminated figures.[1]

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14879685 · ISNI (EN0000 0001 2121 6474 · LCCN (ENn86828753 · GND (DE104277009 · BNF (FRcb12515994c (data) · ULAN (EN500010228 · CERL cnp01303191