Jean Schlumberger

scrittore francese
Jean Schlumberger (di Theo van Rysselberghe, 1914)

Jean Schlumberger (Guebwiller, 26 maggio 1877Parigi, 25 ottobre 1968) è stato uno scrittore e critico letterario francese.

BiografiaModifica

Con André Gide e Gaston Gallimard è stato tra i fondatori della rivista letteraria Nouvelle Revue Française. Caratteristica principale dei suoi romanzi è la rigorosa introspezione dovuta alla sua formazione calvinista.

Schlumberger fu anche un attento critico letterario: autore nel 1936 di un famoso saggio su Pierre Corneille, Plaisir à Corneille, e del noto Madeleine et André Gide, edito nel 1956.

 
Dottorato onorario all'Università di Leida (1954)

Nel 1942 ricevette il Gran premio di letteratura dell'Accademia francese per l'insieme delle sue opere.[1] Nel 1955 ottiene il Grand Prix national des lettres.[2]

Opere scelteModifica

  • L'Inquiete Paternité
  • Heureux qui comme Ulysse (1906)
  • Un Homme Heureux (1920)
  • Le Camarade Infidéle
  • Le Lion devenu Vieux
  • Traité 1 (1926)
  • L'Amour Le Prince La Verité (1927)
  • Les yeux de Dix Huit ans (1928)
  • Saint-Saturnin (1930)
  • Plaisir à Corneille (1936)
  • Stéphane le glorieux (1940)
  • Le Procès Pétain (1949)
  • Passion (1956)
  • Jalons, Nouveaux Jalons
  • Madeleine et André Gide (1956)
  • Rencontres (1968)

NoteModifica

  1. ^ Grand Prix de Littérature, su academie-francaise.fr. URL consultato il 9 gennaio 2020.
  2. ^ Grand prix national des Lettres, su revolvy.com. URL consultato l'11 gennaio 2020.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73859954 · ISNI (EN0000 0001 0915 1655 · Europeana agent/base/70672 · LCCN (ENn86800422 · GND (DE118608436 · BNF (FRcb119240069 (data) · NLA (EN35887647 · BAV ADV11498336 · NDL (ENJA00550211 · WorldCat Identities (ENn86-800422