Apri il menu principale

Joaquín Atanasio Pignatelli de Aragón y Moncayo

Joaquín Atanasio Pignatelli de Aragón y Moncayo

Joaquín Atanasio Pignatelli de Aragón y Moncayo (Caltanissetta, 2 maggio 1724Madrid, 12 maggio 1776) è stato un diplomatico spagnolo di origine italiana al servizio della monarchia spagnola, XVI conte di Fuentes e IV marchese di Coscojuela.

Stemma Pignatelli

BiografiaModifica

Era figlio di Antonio Pignatelli, principe del Sacro Romano Impero e di Maria Francisca de Moncayo, contessa di Fuentes e Marquesa de Coscojuela.

Grande di Spagna e gentiluomo di camera del re Ferdinando VI di Spagna.

È stato ambasciatore a Torino (1754-1758), a Londra (1760-1762) e a Parigi (1763-1773). Membro del Consiglio di Stato dal 1763. Nel 1768 venne nominato presidente del Real Consiglio degli Ordini Militari. Morì nel 1776 e fu sepolto nella convento di San Ermenegildo di Madrid.[1]

DiscendenzaModifica

Sposò nel 1741 Maria Luisa Gonzaga, II duchessa di Solferino ed ebbero otto figli:

Dopo la morte della moglie, nel 1774 sposò Maria Anna de Silva, vedova del duca di Huéscar.[2]

OnorificenzeModifica

NoteModifica

Altri progettiModifica