Jorge Nisco

regista argentino

Jorge Nisco (Bernal, 6 marzo 1956) è un regista cinematografico argentino.

BiografiaModifica

Nato nel 1956[1], dopo aver studiato alla Escuela de Cine de Avellaneda, inizia la sua carriera come direttore nel 1997[2] quando collabora con Adrián Suar per la serie argentina R.R.D.T. e nello stesso anno dirige il suo primo film Comodines, trasmesso da Canal 13. Nel 1999 è il regista delle miniserie El hombre e Por el nombre de Dios per il quale vince al Premio Martín Fierro 1999 il premio come miglior regista di quell'anno[3] e una medaglia d'oro al New York Film Festival[4]. In seguito, è stato accreditato come aiuto regista nella serie Son amores.

Ha creato la Quark Contenidos con la quale lavora da più di trent'anni. Grazie alla sua regia nel 2005 ha vinto il Martín Fierro d'oro per la serie Mujeres asesinas, format dal quale sono state prodotte versioni in Colombia, Messico, Italia e Ecuador e nello stesso anno è nella regia di Botines insieme a Sebastián Pivotto e con il quale condivide la candidatura al Premio Martín Fierro 2005[5]. È stato anche regista del film High School Musical - La sfida, adattamento alla versione statunitense High School Musical[6].

Tra il 2012 e il 2013 dirige la telenovela Violetta[7]. Ha diretto anche il film La pelea de mi vida che vede protagonisti Mariano Martínez, Federico Amador e Lali Espósito[8]. È stato anche nella giuria del Premio Emmy per l'edizione dell'anno 1997[9].

Insieme a Ramiro San Honorio ha pubblicato nel 2011 il suo primo libro intitolato El último bastón de Dios per l'Editorial Planeta[10].

FilmografiaModifica

TelevisioneModifica

Regista
Regista di seconda unità

CinemaModifica

RiconoscimentiModifica

Premio Clarín
Premio Martín Fierro
Premio Konex
  • 2011 - Regista televisivo[14].

NoteModifica

  1. ^ (DE) Film-Dienst, Katholisches Institut für Medieninformationen, Katholische Filmkommission für Deutschland, 2001.
  2. ^ (ES) Sin cortes, Graficarte, 1999.
  3. ^ (ES) La esperanza y la gloria, clarin.com, 15 maggio 2000. URL consultato il 17 marzo 2013.
  4. ^ (ES) Quark Contenidos le vendió miniserie a Fox Television Studios di Los Angeles, revistasenal.com. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 10 febbraio 2014).
  5. ^ a b (ES) Entrevista a Jorge Nisco, kidsenlaweb.com.ar, luglio 2008. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 19 settembre 2008).()
  6. ^ (EN) Violetta (TV Series), giffonifilmfestival.it. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2012).
  7. ^ (ES) Sintesis, lanacion.com.ar, 26 giugno 2012. URL consultato il 17 marzo 2013.
  8. ^ (ES) La pelea de mi vida, losandes.com.ar. URL consultato il 17 marzo 2013 (archiviato dall'url originale il 2 dicembre 2013).
  9. ^ (ES) En busca de los Emmy, in Clarin, clarin.com. URL consultato il 17 marzo 2013.
  10. ^ (ES) Los directores Jorge Nisco y Ramiro San Honorio presentaron El Séptimo Bastón de Dios, su prensario.net, 11 luglio 2011. URL consultato il 17 marzo 2013.
  11. ^ (ES) El unitario matador, in Clarin, clarin.com. URL consultato il 17 marzo 2013.
  12. ^ (ES) Televisión: los ganadores, in La Nacion, lanacion.com.ar. URL consultato il 17 marzo 2013.
  13. ^ (ES) Nominados[collegamento interrotto], todotvnews.com. URL consultato il 17 marzo 2013.
  14. ^ (ES) Jorge Nisco, fundacionkonex.org. URL consultato il 17 marzo 2013.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN12603591 · ISNI (EN0000 0000 7983 4972 · BNF (FRcb15114911b (data) · WorldCat Identities (EN12603591