Apri il menu principale

Kashmir (gruppo musicale)

gruppo musicale danese

StoriaModifica

La band si è formata nella primavera del 1991 a Frederiksberg. Il primo album è stato pubblicato nel 1994.

Grazie a The Good Life hanno raggiunto il successo e hanno vinto sei DMA (Danish Music Awards) nel 2000. Nel loro album No Balance Palace (2005) vi sono collaborazioni eccellenti: la produzione è di Tony Visconti, mentre al lato artistico hanno partecipato Lou Reed e David Bowie.

Il sesto album è uscito nel febbraio 2010 ed è stato registrato presso i leggendari Electric Lady Studios di New York.

Kasper Eistrup ha affermato in diversi siti [1] di non essere più un musicista, per il momento. Il che lascia intendere che la band, al momento, non ha intenzione di continuare a suonare.

(DA)

«- Jeg er ikke musiker længere. I hvert fald ikke nu. Jeg ved ikke, om jeg er gået på pension eller bare er på orlov. Men omkring da jeg blev 40, der havde jeg det sådan: Hvis jeg skal gøre det her, hvis jeg skal have en karriere som billedkunstner, så er det sidste udkald. Og så kastede jeg mig helt og fuldt ud i det.»

(IT)

«" Non sono più un musicista. Almeno non ora. Non so se sono andato in pensione o in licenza. Ma quando avevo 40 anni, ho avuto questo: Se devo fare questo se devo avere una carriera come artista visivo, allora è l'ultima chiamata. E poi mi sono buttato completamente dentro."»

(Kasper Eistrup)

Nel 2016, Asger Techau, con l'album Phonetics, ha iniziato una carriera da solista a proprio nome, come cantante e chitarrista. La fonetica è prodotta dall'americano Mario McNulty, che è noto per il suo lavoro di lunga data con David Bowie.

Nel 2017, Asger Techau ha pubblicato l'EP Waves contenente 4 canzoni prodotte da Caspar Hesselager.

FormazioneModifica

  • Kasper Eistrup - voce, chitarra
  • Mads Tunebjerg - basso
  • Asger Techau - batteria
  • Henrik Lindstrand - tastiere, chitarra

DiscografiaModifica

CuriositàModifica

Il nome del gruppo deriva dal brano Kashmir dei Led Zeppelin; agli inizi era in realtà stato scelto quello di Nirvana, abbandonato dopo che - nell'ambito musicale contemporaneo - divennero universalmente noti con tale nome i Nirvana di Seattle.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN169607027 · WorldCat Identities (EN169607027
  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock