Apri il menu principale
Confronto tra tecnica LIFO e FIFO.

Il termine LIFO è l'acronimo inglese di Last In First Out (ultimo ad entrare, primo ad uscire) e presuppone che vengano scaricati per primi i beni strumentali inseriti per ultimi in magazzino. Esprime il concetto relativo al modo di immagazzinare dati in cui l'ultimo valore introdotto è il primo ad uscire. Si rappresenta di solito con una pila di piatti, in cui l'ultimo appoggiato in cima è necessariamente il primo ad essere prelevato, mentre il primo introdotto è raggiunto per ultimo.

Indice

ContabilitàModifica

Il metodo LIFO è uno dei diversi possibili impieghi della gestione delle scorte di magazzino. In relazione al tipo di metodo utilizzato per la valorizzazione delle scorte, e ve ne sono molti (LIFO, FIFO, NIFO, medio ponderato progressivo, ecc.), si perviene a risultati di reddito e di valore delle scorte stesse differenti. Con il metodo LIFO infatti, se l'ultima merce acquistata è la prima ad essere venduta, il magazzino tenderà ad essere costituito da merci più remote, ed in una realtà di aumento dei prezzi con il tempo, il reddito sarà più basso: ai ricavi correnti si contrappongono costi recenti, quindi più alti di quelli passati, considerati, ad esempio con il metodo FIFO (First In First Out).

ElettronicaModifica

Nei microprocessori una memoria RAM con logica LIFO costituisce lo stack dove vengono depositati i dati relativi ad accumulatori e puntatori prima dell'esecuzione di salti con ritorno.

InformaticaModifica

A livello di sistema operativo la tecnica LIFO è impiegata per immagazzinare temporaneamente i dati per l'esecuzione di chiamate di sottofunzioni nidificate. Questo avviene utilizzando una particolare struttura dati chiamata pila o stack.

Si utilizza anche per accumulare gli operandi e i risultati di funzioni, come nel caso del linguaggio PostScript.

Voci correlateModifica