Apri il menu principale

Il 7° bersaglio

film del 1984 diretto da Claude Pinoteau
(Reindirizzamento da La 7ème cible)
Il 7° bersaglio
Titolo originaleLa 7ème cible
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1984
Durata108 min
Generedrammatico, sentimentale, thriller
RegiaClaude Pinoteau
SceneggiaturaJean-Loup Dabadie e Claude Pinoteau
ProduttoreMarcel Dassault e Alain Poiré per la Gaumont International
FotografiaEdmond Séchan
MontaggioChistine Pansu e Marie-Josèphe Yoyotte
MusicheVladimir Cosma
Interpreti e personaggi

Il 7° bersaglio (La 7ème cible) è un film francese diretto da Claude Pinoteau, uscito nelle sale nel 1984.

TramaModifica

Un ex reporter, Bastien Grimaldi, è vittima di minacce di morte. Subisce diversi attentati: viene anche speronato da un'auto di grossa cilindrata su un'autostrada. Un'altra volta è fatto bersaglio nella sua stessa casa con colpi provenienti dall'esterno mentre è al telefono con l'uomo che lo minaccia di morte. La polizia non riesce a venire a capo della situazione: l'uomo decide quindi di procedere egli stesso ad indagare sull'affare.

La storia si dipana attraverso le vicende intime del reporter, dei suoi amori con una bella ex che ancora lo ama e una nuova compagna maltrattata dal marito dal quale sta per divorziare. C'è poi la madre che nasconde un segreto al figlio: una storia d'amore clandestina di giovinezza che l'ha resa erede di importanti quadri d'autore. Fatto che Bastien scoprirà grazie ai suoi estorsori. Egli è infatti vittima di un'organizzazione di estorsori diretta da un personaggio losco e ambiguo, Hagner, che diventerà l'amante di una sua figlioccia, Laura, violinista. Si scopre poi che la stessa estorsione veniva ripetuta anche altrove con le stesse tecniche. La storia si concluderà a Berlino Ovest, con una rocambolesca fuga di Hagner che segnerà la sua morte.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema