Apri il menu principale

Legio XIX (Cesare)

(Reindirizzamento da Legio XVIIII (Cesare))
Legio XIX
(di Cesare)
Caesar.jpg
Busto "contemporaneo" di Gaio Giulio Cesare
Descrizione generale
Attivanel 49 a.C.[1]
Tipolegione di epoca repubblicana.
Battaglie/guerre
Comandanti
Degni di notaGaio Giulio Cesare
Ottaviano[1][2]
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La legio XIX di Cesare era un'unità militare romana di epoca tardo repubblicana, la cui origine è da collegarsi all'inizio della guerra civile, quando venne costituita da Gaio Giulio Cesare (marzo del 49 a.C.).[1]

StoriaModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: Legio XIX.

La sua formazione è da collegarsi allo scoppio della guerra civile. Venne formata da Cesare con cittadini romani dell'Italia romana oppure con i pompeiani arresisi al termine dell'assedio di Corfinio.[3] Questa legione venne infatti creata, molto probabilmente insieme ad altre quattro: la XVI, XVII, XVIII e XX.[1]

È possibile che si arrese ai Pompeiani nell'isola greca di Corfù, lungo la costa dell'Epiro.[1][4][5]

Secondo alcuni studiosi, dopo il suo scioglimento, potrebbe essere stata ricostituita dallo stesso Cesare dopo la sconfitta di Gneo Pompeo Magno a Farsalo (48 a.C.). Dopo la morte di Cesare (44 a.C.), servì Ottaviano e potrebbe aver partecipato alla battaglia di Filippi (42 a.C.). L'anno successivo la troviamo schierata contro Lucio Antonio a Perugia; nel 31 a.C. è sempre dalla parte di Ottaviano contro Marco Antonio nella battaglia di Azio.[1][2][6] In seguito alla riorganizzazione augustea dell'intero esercito romano, confluì nella legio XIX.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i Gonzalez 2003, p. 388.
  2. ^ a b Ritterling, col. 1767.
  3. ^ Cesare, De Bello civili, I, 18, 23 e 25; Keppie 1998, pp. 104-105; Parker 1928, p. 58.
  4. ^ Cesare, De Bello civili, III, 10.
  5. ^ Parker 1928, p. 270.
  6. ^ Keppie 1998, p. 125.

BibliografiaModifica

Fonti antiche
Fonti storiografiche moderne
  • T.A.Dodge, Caesar, New York, 1989-1997.
  • J.R.Gonzalez, Historia del las legiones romanas, Madrid, 2003.
  • L.Keppie, The making of the roman army, Oklahoma, 1998.
  • H.Parker, Roman legions, Cambridge, 1928.
  • (DE) Lemma Wikisource in tedesco: E.Ritterling. In: Paulys Realencyclopädie der classischen Altertumswissenschaft (RE). vol. I-II, Stuttgart 1893 segg., Col. 1767–Legio.

Voci correlateModifica