Leonardo Patrasso

cardinale e arcivescovo cattolico italiano
Leonardo Patrasso, O.F.M.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Leonardo Patrasso (cropped).jpg
Fabrizio Boschi, Ritratto del cardinale Leonardo Patrasso (inizio XVII secolo); affresco, chiostro della chiesa di Ognissanti, Firenze.
Template-Cardinal.svg
 
Incarichi ricoperti
 
Nato1230 a Guarcino
Nominato vescovoprima del 1273 da papa Gregorio X
Consacrato vescovoin data sconosciuta
Creato cardinale2 marzo 1300 da papa Bonifacio VIII
Deceduto7 dicembre 1311 a Lucca
 

Leonardo Patrasso (Guarcino, 1230Lucca, 7 dicembre 1311) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Religioso dei Frati Francescani Minori, fu canonico della cattedrale di Alatri e nel 1290 vescovo della medesima città. Il suo nome è ricordato nell'antico Statuto di Alatri per l'ardua opera pacificatrice che egli svolse tra le famiglie nobili della città che si contendevano il potere religioso.

Il 3 gennaio 1295 fu trasferito alla diocesi di Jesi.

Il 17 giugno 1297 fu nominato vescovo di Aversa e il 20 luglio 1299, infine, arcivescovo di Capua.

Nel 1300 suo nipote Benedetto Caetani, divenuto Papa con il nome di Bonifacio VIII, lo chiamò a Roma per farlo cardinale nel concistoro del 2 marzo di quell'anno. Divenne così cardinale vescovo della sede suburbicaria di Albano.

Partecipò al conclave del 1303 che elesse papa il domenicano Niccolò Boccassini (papa Benedetto XI) ed a quello del 1304-1305 che elesse papa il cardinale Bertrand de Gut (papa Clemente V).

Fu decano del Sacro Collegio dei Cardinali dal 1309.

Morì a Lucca il 7 dicembre 1311 mentre era in viaggio verso Roma assieme ad altri due cardinali per l'incoronazione dell'imperatore Enrico VII. Fu sepolto nella chiesa domenicana di San Romano a Lucca.

Successione apostolicaModifica

La successione apostolica è:

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN89204606 · BAV 495/216175