Apri il menu principale

Il Libro verde è una comunicazione con la quale la Commissione europea illustra lo stato di un determinato settore da disciplinare e chiarisce il suo punto di vista in ordine a certi problemi; fa parte dei cosiddetti "atti atipici" previsti ma non disciplinati dal Trattato CEE, questo tipo di comunicazioni può avere carattere informativo, decisorio, dichiarativo o interpretativo, ed è sottoposto al regime di pubblicità.

Indice

DefinizioneModifica

Secondo la definizione ufficiale riportata sul portale dell'Unione europea[1]

«i Libri verdi sono documenti di riflessione su un tema politico specifico pubblicati dalla Commissione. Sono prima di tutto documenti destinati a tutti coloro - sia organismi che privati - che partecipano al processo di consultazione e di dibattito»

Inoltre questi documenti sono pubblicati anche dalle amministrazioni regionali[2] e dal governo italiano.[3] Inizialmente il colore prescelto fu il bianco: tant'è che la prima pubblicazione assimilabile all'attuale libro verde viene pubblicata nel maggio del 1984 ed è intitolata Televisione senza frontiere: libro bianco sull'istituzione del mercato comune delle trasmissioni radiotelevisive, specialmente via satellite e via cavo. Successivamente per libro bianco si intese un documento contenente proposte di azione.

Libro Verde in materia di turismoModifica

Nell'aprile del 1994 ad Atene nasce l'esigenza di un Libro Verde della Commissione delle Comunità Europee per facilitare e stimolare una riflessione generale sul ruolo dell'UE a favore del turismo; è aperta così una consultazione a diversi livelli operativi e di responsabilità fra i soggetti interessati, sia pubblici che privati. Il 4 aprile del 1995 il Consiglio d'Europa approva un documento “ruolo” elaborato dalla Commissione delle Comunità europee (LVT), finalizzato a fare chiarezza sulle intenzioni degli stati membri rispetto al settore, viene pubblicato con il titolo Libro verde sul ruolo dell'Unione in materia di turismo.[4]

NoteModifica

  1. ^ portale dell'UE Archiviato il 24 febbraio 2009 in Internet Archive.
  2. ^ Sito della Regione Emilia-Romagna[collegamento interrotto]
  3. ^ Sito del Governo Italiano, su governo.it.
  4. ^ (FR) Il ruolo dell'Unione in materia di turismo, su europa.eu, 4 aprile 1995. URL consultato il 12 marzo 2009 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2009).

BibliografiaModifica

  • Maria Clelia Ciciriello, La comunità europea e i suoi principi giuridici (lezioni di diritto comunitario), Editoriale Scientifica, 2004.
  • Claudio Quintano e Franco Garbaccio (a cura di), Turismo: il futuro nell'Europa dell'Unione monetaria, Liguori Editore, 2000.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica