Apri il menu principale

In glottodidattica si definisce lingua etnica, o lingua d'origine, la lingua che un oriundo "eredita" dalla propria comunità d'origine nel paese di emigrazione, o come "lingua familiare" (family language), cioè come lingua della socializzazione primaria, o come "lingua di comunità" (community language), cioè come lingua appresa all'interno di una comunità che mantiene viva la lingua della comunità di origine.[1]

È, ad esempio, lingua etnica l'italiano degli oriundi italiani nati negli Stati Uniti d'America e di madrelingua inglese, che apprendono l'italiano nel contesto familiare e in quello del quartiere, se ad alta densità di immigrazione di italiani.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b Diadori et al., Manuale di didattica dell'italiano L2, cit., pp. 12 e 14.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica