Locomotiva prussiana T 3

Locomotiva T 3
Locomotiva a vapore
2016 Fränkisches Freilandmuseum Fladungen,-081.jpg
Locomotiva T 3
Anni di progettazione 1885
Anni di costruzione 1887-1924
Costruttore vari: Henschel & Sohn, Orenstein & Koppel, Breda
Locomotiva
Interperno 3000 mm
Massa in servizio 32 t
Rodiggio C
Distribuzione Allan a cassetto piano
Potenza oraria 200/220 kW
Velocità massima omologata 45/55 km/h
Alimentazione carbone

Le locomotive T 3 furono una serie di locotender di costruzione tedesca, con rodiggio 0-3-0 a vapore saturo a 2 cilindri esterni e a semplice espansione. Diffuse in numerose ferrovie europee vennero acquisite anche da varie società ferroviarie in concessione italiane.

StoriaModifica

Le locomotive T 3 erano di vario tipo, anche se di caratteristiche similari, costruite in svariate centinaia per le varie società ferroviarie europee, che a partire dal 1885 le acquisirono e immatricolarono nel proprio parco rotabili per i servizi meno impegnativi e vicinali. Data l'ottima qualità del progetto della Henschel & Sohn di Kassel, in Germania, vennero prodotte anche in Austria dalla Orenstein & Koppel e intorno al 1915 vennero costruite anche in Italia dalla Breda. Continuarono ad essere prodotte fino agli anni trenta.

 
Societa Veneta (SV) 321 (ex 102)

CaratteristicheModifica

La locomotiva del tipo T 3 venne costruita in varie versioni a seconda delle specifiche richieste del committente.

La T 3 era una locotender a vapore saturo a semplice espansione. Il rodiggio era di tipo C a tre assi accoppiati; il motore era a 2 cilindri esterni con distribuzione del tipo Allan a cassetto piano. La caldaia era piuttosto bassa e pertanto aveva il caratteristico fumaiolo lungo.

La locomotiva era dotata di solo freno a mano; solo successivamente su alcune locomotive venne operata una modifica per dotarle di freno ad aria compressa

La velocità massima della locomotiva era, a seconda delle versioni, di 45/55 km/orari.

Locomotive T 3 in Italia[1]Modifica

Locomotive T3 in Italia
Società Numerazione Quantità Anno Costruttore Note
Acciaierie di Terni ? 2 1887 Henschel Un'unità proveniente dalla Ferrovia Massa Marittima-Follonica
FAV 4–7 4 1902, 1909, 1914, 1924 Henschel
FCC 4–7 4 1887, 1893, 1895 Henschel
FCC 8–9 2 1903, 1907 Henschel
FMF 7 1 1907 Henschel
FMF 4–6 3 1904 Henschel
FVS 1–3 3 1907–1908 Henschel
SIFV 1 1 1907 Orenstein & Koppel Dal 1912 alla Società Veneta (gruppo 29)
SV 30 5 1904, 1908–1909 Henschel
SV 31 9 1915 Breda
SV 32 6 1906, 1908 Henschel

Oggi ne sopravvivono alcune in funzione per treni turistici ed altre come monumento. Due unità ex FVS (Ferrovia Valle Sessera) ora non più esistente, sono in forza al Museo Ferroviario Piemontese di cui una attiva, l'altra è esposta ad Altavilla Monferrato (Al) presso il Museo del Tramway a vapore.

Un'unità è esposta come monumento davanti alla stazione ferroviaria di Loano(Sv) è la numero 9 della Ferrovia Canavesana.

NoteModifica

  1. ^ Franco Castiglioni, T 3 in Italia, in "i Treni" n. 215, maggio 2000, pp. 14–16.

BibliografiaModifica

  • Franco Castiglioni, T 3 in Italia su I Treni n. 285, Editrice ETR, Salò, 2000

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti