Lotay Tshering

politico bhutanese
Lotay Tshering
Prime Minister of Bhutan Dr. Lotay Tshering on December 28, 2018 (cropped).jpg

Primo ministro del Bhutan
Durata mandato 7 novembre 2018 –
presente
Monarca Jigme Khesar Namgyel Wangchuck
Predecessore Tshering Wangchuk (ad interim)
Tshering Tobgay

Dati generali
Partito politico Druk Nyamrup Tshogpa
Titolo di studio Medicina
Università Università di Dacca
Università di Canberra
Firma Firma di Lotay Tshering

Lyonpo Lotay Tshering (Thimphu, 14 marzo 1968) è un politico bhutanese, primo ministro del Bhutan dal 7 novembre 2018[1].

BiografiaModifica

Tshering è nato il 10 maggio 1969, in una famiglia umile. Viene dal villaggio di Dalukha, Mewang, Thimphu.

Ha ricevuto la sua prima educazione presso la Punakha High School e si è laureato presso lo Sherubtse College. Si è laureato presso il Mymensingh Medical College presso l'Università di Dacca, in Bangladesh e ha conseguito una laurea in MBBS nel 2001. Ha completato il suo post-laurea in chirurgia presso la Bangabandhu Sheikh Mujib Medical Università di Dacca, in Bangladesh. Nel 2007, ha studiato Urologia al Medical College di Wisconsin, negli Stati Uniti, sotto la sua borsa di studio dell'Organizzazione mondiale della sanità. Al suo ritorno in Bhutan, era l'unico urologo esperto nel suo paese. Nel 2010, ha ottenuto una borsa di studio in Endourologia presso il Singapore General Hospital, Singapore e la Okayama University, in Giappone. Nel 2014 ha conseguito un Master in Business Administration presso l'Università di Canberra, in Australia.

Tshering è sposato con un medico, Ugyen Dema. La coppia ha una figlia. Durante il suo mandato presso l'ospedale di riferimento regionale Mongar, ha adottato una ragazza e un ragazzo.

OnorificenzeModifica

Onorificenze del BhutanModifica

  Membro dell'Ordine dell'Amato del Drago Thunder
«Per il suo contributo in campo medico e per il servizio instancabile delle persone bisognose di cure mediche.»
— 17 dicembre 2017[2][3]
  Sciarpa Arancione
«Per la sua nomina a Primo ministro.»
— 7 novembre 2018[4]

NoteModifica

Altri progettiModifica