Apri il menu principale
Ritratto di Luis Milon

Louis-Jacques-Jessé Milon (Saint-Martin-de-Coux, 18 aprile 1766Neuilly-sur-Seine, 26 novembre 1849[1][2]) è stato un ballerino, coreografo e maestro di ballo[3] francese.

BiografiaModifica

Louis-Jacques-Jessé Milon nacque a Saint-Martin de Caux. La madre, rimasta vedova, lo portò a Parigi dove iniziò i suoi primi studi di danza presso la Scuola di Ballo dell'Opera. Divenne primo ballerino alla Académie royale de musique a Parigi dove ballò in moltissimi pezzi, tra cui Gardelya. Fu proprio il coreografo di questo balletto che lo portò nel Théâtre de l'Ambigu-Comique, dove Milon divenne a suo volta coreografo: la sua prima realizzazione, Pigmalione, del 1799 ebbe un grande successo, tanto che il 20 agosto 1800 venne replicata all'Opera[4].[5].
Dopo il successo portatogli dal balletto Héro et Léandre, andato in scena all'Opera il 31 dicembre 1799 fu nominato assistente del maestro di ballo Pierre Gardel, con il quale lavorò in grande armonia. La loro collaborazione portò in scena il 18 gennaio 1801 Les Noces de Gamache su libretto scritto dallo stesso Milon basato su degli episodi comici del Don Chisciotte di Cervantes. Questo balletto rimase nel repertorio fino al 1841.
Milon, infine, ha continuato a insegnare e a creare altri lavori fino al suo pensionamento nel 1826. Nella sua carriera fu un importante insegnante di danza classica e di pantomima, riportando nella Scuola di Ballo dell'Opéra lo studio della Passacaglia, della Ciaccona e del Passepied[6][3].[7]. Il 20 aprile 1793 Milon si sposò con Marie-Catherine Bigottini, sorella maggiore di Émilie Bigottini. Morì a Neuilly-sur-Seine.[3].

Le sue opereModifica

Milon ha coreografato molti balletti e danze per opere liriche, molti dei quali andarono in scena nei maggiori teatri Europei e furono ripresi da altri coreografi, come Les Noces de Gamache che fu riadattato da Lucien Petipa[8]. Le sue coreografie, molto scherzose e ricche di fantasia, erano ben in linea con i gusti del tempo e perfettamente leggibili per il pubblico e difatti continuarono ad avere un grande successo, fino alla nascita del balletto romantico intorno al 1830.
Qui sono elencate alcune delle sue opere:

  • 1789 : Pygmalion
  • 18 gennaio 1801 : Les Noces de Gamache
  • 1803 : Lucas et Laurette
  • 1813 : L'Enlèvement des Sabines
  • 28 novembre 1813 o 1818 : Nina ou la Folle par amour
  • 1815 : L'Épreuve villageoise
  • 1816 : Le Carnaval de Venise (andata in scena il 22 febbraio 1816 all'Opera di parigi)
  • 1820 : Clari ou la Promesse de mariage

NoteModifica

  1. ^ Secondo Babsky 1998, p. 422, i dati realtivi la vita sono incerti: infatti egli dice che può essere nato nel 1765 o nel 1769, e morto nel 1845.
  2. ^ Viene anche citato il 25 novembre 1845 come data di morte
  3. ^ a b c Babsky 1998, pp 422-423.
  4. ^ Babsky 1998, pp 422-423
  5. ^ Pitou 1985, vol. 2, pag. 364-365.
  6. ^ saggio "Teatro ciaccona e passacaglia nel secolo dei Lumi", su 5ka.su. URL consultato il 24 giugno 2013.
  7. ^ Pitou 1985, vol. 2, pag. 584.
  8. ^ Enciclopedia di Balletto (pagina 19), su culture.niv.ru.

BibliografiaModifica

  • Babsky, Monique (1998). "Milon, Louis" di Cohen 2004, vol. 4, pp 422-423.
  • Cohen, Selma Jeanne, editore (1998). Enciclopedia Internazionale di Danza (6 volumi). Oxford: Oxford University Press ISBN 978-0-19-509462-6(copertina rigida). ISBN 978-0-19-517369-7 (2004 edizione tascabile).
  • Ospite, Ivor (2001). Ballet sotto Napoleone . Alton, Hampshire, Regno Unito: Dance Books. ISBN 978-1-85273-082-6 .
  • Pitou, Guglia (1983-1990). L'Opéra di Parigi: An Encyclopedia di opere, balletti, Compositori e Interpreti (3 volumi). Westport, Connecticut: Greenwod Press ISBN 978-0-686-46036-7.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN64271478 · ISNI (EN0000 0000 3915 6134 · LCCN (ENn97873173 · GND (DE104364890 · BNF (FRcb148014771 (data) · BAV ADV12619998 · CERL cnp01384530 · WorldCat Identities (ENn97-873173
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie