Lucio Ateio Pretestato

grammatico greco antico

Lucio Ateio Pretestato (in latino: Lucius Ateius Praetextatus; Atene, prima dell'86 a.C.Roma, I secolo a.C.) è stato un grammatico romano.

BiografiaModifica

Nato ad Atene[1] Condotto a Roma come prigioniero di guerra dopo la presa di Atene (86 a.C.) fu maestro di grammatica e di retorica.

Amico di Sallustio e di Asinio Pollione, collaborò con essi nella prepazione delle loro opere con lavori di tipo sussidiario e compendiario[2], dandosi il soprannome di Philologus.

OpereModifica

Pretestato aiutò Sallustio nella preparazione delle sue opere storiche, a quanto riporta Svetonio, componendo un breviario di storia romana (Breviarium rerum romanarum), mentre per l'amico Pollione compose un manuale di retorica (De ratione scribendi); di entrambe le opere non resta nulla.

Festo fa, inoltre, menzione del suo Liber glossematorum, di cui trasmette una singola glossa [3], oltre a citarlo in altri passi, mentre Carisio menziona un'opera dal titolo An amaverit Didonem Aeneas[4], di cui non si può dedurre nullaː in base alle notizie svetoniane, si potrebbe essere trattato di una declamazione.

NoteModifica

  1. ^ Svetonio,De Grammaticis 10, 1.
  2. ^ Svetonio,De Grammaticis 10, 2.
  3. ^ P. 181M.
  4. ^ In GL 1, 134 ed. Keil.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN282120385 · LCCN (ENnr95027407 · GND (DE102382409 · CERL cnp00283616 · WorldCat Identities (ENnr95-027407