Apri il menu principale
Santa Lupercilla

Martire

 
Nascita225 o 226
Morte233
Venerata daChiesa cattolica
Santuario principaleChiesa Parrocchiale di Santo Stefano di Crodo (VB).
Ricorrenza2º domenica di luglio
Patrona diCrodo (VB)

Lupercilla (Roma, 225/226Roma, 233) fu una bambina cristiana, venerata come santa e martire dalla Chiesa cattolica.

Indice

BiografiaModifica

Lupercilla, una martire romana, che fa parte di quella schiera di martiri che vengono denominati "corpi santi"[1] o "martiri delle catacombe". Spesso per questi corpi di cui non si conosce nulla, tranne il nome, si ricostruisce una presunta o fantastica vita. In questo caso si dice che Lupercilla facesse parte del famiglia cristiana del console Pammachio, composta da 42 persone, che subì il martirio nel 233, sotto l'imperatore Alessandro Severo.

Dall'analisi delle ossa, si può dedurre che Lupercilla era una bambina di circa 7 o 8 anni.

CultoModifica

Ha riposato nelle catacombe di Roma di San Callisto sulla Via Appia fino al 1819, quando le sue spoglie furono traslate e deposte nella Chiesa Parrocchiale di Santo Stefano di Crodo (VB).

Da quell'anno, la seconda domenica di luglio, i crodesi festeggiano la compatrona Santa Lupercilla.

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica

  • Lupercilla, su Santi, beati e testimoni, santiebeati.it.