Macedonia Inferiore

La Bassa Macedonia o Macedonia propria o Emazia è un termine geografico per la pianura costiera, bagnata a ovest dai fiumi Aliacmon e Axios e delimitata dallo Strimone ad est. I suoi distretti sono: Pieria, Bottiea, Amphaxitis, Crestonia, Migdonia, Anthemous, Crousis e Bisaltia.[1] Il centro e le capitali storiche (Ege, Pella) del regno macedone giacciono sulla Bottiea, dalle quali i macedoni gradualmente conquistarono zone della Tracia, a est dell'Axius, nel V e IV secolo a.C.

Macedonia

Le regioni di Edonis, Sintica, Odomantica e Pieris, conquistate da Filippo II, sono definite Macedonia adjecta.[2]

NoteModifica

  1. ^ Lawrence A. Tritle, The Greek world in the fourth century, p. 167.
  2. ^ William Hazlitt, Classical Gazetteer, London, 1851, p. 210. URL consultato il 6 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2011).

BibliografiaModifica

  • (EN) Un manuale della geografia antica, di Heinrich Kiepert, George Augustin Macmillan, pagina 182, ISBN 1146400829