Apri il menu principale

Maicol

film del 1988 diretto da Mario Brenta
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il nome di persona, vedi Michele (nome).
Maicol
Titolo originaleMaicol
Paese di produzioneItalia
Anno1988
Durata85 min
Generedrammatico
RegiaMario Brenta
SoggettoAngela Cervi
SceneggiaturaAngela Cervi
FotografiaFabrizio Borelli
MontaggioMaurizio Zaccaro
Interpreti e personaggi

Maicol è un film italiano del regista Mario Brenta del 1988. Ha vinto il Premio Georges Sadoul come miglior film straniero e il premio "Film et Jeunesse" al festival di Cannes.

Il film è stato anche presentato in concorso al festival del cinema di Berlino.

TramaModifica

Milano. Anita, operaia milanese, è la madre single di Maicol, 5 anni. È un bambino chiuso, estraniato, che sembra uscire dal suo mondo solo di fronte al film Dune. Anita stessa tratta il figlio con freddezza, anteponendogli il rapporto con il fidanzato Giulio, che sembra sempre sul punto di lasciarla.

Non trovando nessuno a cui lasciarlo, una sera Anita porta il figlio ad uno dei suoi appuntamenti. Ad una fermata della metropolitana vede Giulio in compagnia di un'altra donna, e scende di corsa dal vagone. Le porte si chiudono e Maicol resta dentro.

Inizia un viaggio notturno, in cui il piccolo incontrerà diverse persone che si offrono di aiutarlo, ma invano. La corsa finisce al capolinea, dove Maicol viene preso in consegna dalla polizia che si occupa di riconsegnarlo alla madre, la quale - nel frattempo - non si era preoccupata più di tanto, impegnata com'era a cercare il fidanzato.

RiconoscimentiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema