Apri il menu principale

Maigret e la vecchia signora

romanzo scritto da Georges Simenon
(Reindirizzamento da Maigret et la vieille dame)
Maigret e la vecchia signora
Titolo originaleMaigret et la vieille dame
AutoreGeorges Simenon
1ª ed. originale1950
1ª ed. italiana1957
GenereRomanzo
SottogenereGiallo
Lingua originalefrancese
SerieRomanzi con Maigret protagonista
Preceduto daMaigret dal giudice
Seguito daL'amica della signora Maigret

Maigret e la vecchia signora (titolo in lingua originale: Maigret et la vieille dame) è un romanzo di Georges Simenon con protagonista il Commissario Maigret.

Il romanzo è stato scritto a Carmel-by-the-Sea, California (USA dal 29 novembre all'8 dicembre 1949, apparso per la prima volta in Francia il 28 febbraio dell'anno successivo, pubblicato dall'editore Presses de la Cité.

È il trentatreesimo romanzo dedicato al celebre commissario.

Indice

TramaModifica

 
Étretat vista sulle Falaises d'Aval

Durante la festa di compleanno, per la quale si sono riuniti i figli, di un'anziana signora, Valentine Besson, abitante a Étretat, la cameriera, Rose Trochu, muore avvelenata. La vecchia chiama Maigret sostenendo che il veleno fosse riservato a lei, e che vogliono ucciderla. Maigret esclude che il movente possa essere l'eredità in quanto la donna, una volta ricca, non possiede che la casa e pochi gioielli di poco valore. Il marito Ferdinand, farmacista, quando era vivo aveva infatti accumulato una fortuna con l'invenzione e la vendita di una crema di bellezza, ma ora non era rimasto quasi più niente. I sospetti comunque si indirizzano verso i figli, Arlette (sposata con Julien Sudre), Théo (scapolo) e Charles (con moglie e quattro figli). Mentre Maigret indaga sulle loro vite, piuttosto complicate (tranne quella del "noioso" Charles), trova un anello con uno smeraldo vero, tra gli oggetti di Rose. Capisce che i gioielli non sono falsi, come si credeva e come qualcuno doveva aver saputo e nascosto agli altri.

Un nuovo delitto viene poi commesso in casa. La vecchia ha sparato a Henri, fratello di Rose, al cancello, credendolo un ladro. Maigret capisce tutto: Rose sapeva, Théo in qualche modo suo complice o comunque coinvolto, e Valentine voleva ucciderlo, ma per sbaglio ha ucciso il fratello di lei. Torna a Parigi lasciando che la polizia locale arresti la vecchia signora.

EdizioniModifica

Il romanzo è stato pubblicato per la prima volta presso l'editore Presses de la Cité nel 1949.

In Italia è apparso per la prima volta nel 1957, tradotto da Bruno Just Lazzari e pubblicato da Mondadori nella collana "Il girasole. Biblioteca economica Mondadori" (n° 70). Sempre per lo stesso editore è stato ripubblicato in altre collane o raccolte tra gli anni sessanta e novanta (dal 1991 nella traduzione di Donatella Zazzi). Nel 2000 il romanzo è stato pubblicato presso Adelphi, sempre con il titolo Maigret e la vecchia signora, tradotto da Massimo Scotti, nella collana dedicata al commissario (parte de "gli Adelphi", al n° 173).

Film e televisioneModifica

Tre adattamenti del romanzo per la televisione:

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica