Apri il menu principale

Malin Hartelius

cantante lirica svedese

Malin Hartelius (Malmö, 1º settembre 1966) è un soprano svedese, che ha conosciuto la fama internazionale all'inizio degli anni novanta[1].

È nota a livello mondiale soprattutto come una delle principali interpreti di opere di Mozart[1][2] (in particolare presso il Teatro dell'Opera di Zurigo[1][3][4]), ma ha recitato anche in opere di Čajkovskij, Cherubini, Donizetti, Händel, Schubert, ecc.[1] e ha lavorato assieme a direttori d'orchestra quali Herbert Blomstedt, Ivor Bolton, Franz Brüggen, Riccardo Chailly, Adam Fischer, John Eliot Gardiner, Wolfgang Gönnenwein, Nikolaus Harnoncourt, Mariss Jansons, Ton Koopman, Mark Minkowski, Peter Schreiner, Franz Welser-Möst, ecc.[1][3][4]

BiografiaModifica

Dopo il diploma al Conservatorio di Vienna[4][5], dove ha come insegnante Margarete Bence[5][4], nel 1989-1990 entra a far parte della Wiener Staatoper[5].

Nella stagione 1991-1992 è ingaggiata dal Teatro dell'Opera di Zurigo[3][4], dove recita nel ruolo di Pamina ne Il flauto magico, in quello di Adele ne Il pipistrello, in quello di Blonde ne Il ratto dal serraglio e in quello di Ännchen nel Il franco cacciatore[4].

Ottiene l'apice del successo tra il 1999 e il 2000, interpretando il ruolo di Pamina ne Il flauto magico di Mozart.[5]

Nel 2010, riceve dal re di Svezia la medaglia per le Scienze e le Arti.[5][3]

Nel luglio del 2011, dopo l'interpretazione a Zurigo de Il re pastore, viene riconosciuta come una delle migliori interpreti di opere di Mozart del XXI secolo[2].

Discografia parzialeModifica

  • Cantatas Vol. 8: Bremen / Santiago (2005)[6]
  • Cantatas Vol. 21: Cambridge / Walpole St Peter (2006)
  • Cantatas Vol. 7: Ambronay / Bremen (2006)

OnorificenzeModifica

  • 2010: Medaglia svedese per le Scienze e le Arti

NoteModifica

  1. ^ a b c d e (SV) Marlin Hartelius, Konserthuset. URL consultato il 25 aprile 2016.
  2. ^ a b (SV) Marlin Hartelius, Good Company. URL consultato il 25 aprile 2016.
  3. ^ a b c d (SV) Malin Hartelius, Göteborgs Operan. URL consultato il 25 aprile 2016.
  4. ^ a b c d e f (EN) Malin Hartelius (Soprano), Bach Cantatas. URL consultato il 28 aprile 2016.
  5. ^ a b c d e (DE) Biografie Malin Hartelius – Sopran, Volkers Klassikseiten J.S. Bach. URL consultato il 25 aprile 2016.
  6. ^ (EN) Malin Hartelius Discography, Discogs. URL consultato il 27 aprile 2016.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN213862135 · ISNI (EN0000 0000 7840 3409 · LCCN (ENn96035115 · GND (DE134932471 · BNF (FRcb140411978 (data) · WorldCat Identities (ENn96-035115